«Lo stato di degrado in cui versa la nostra città è vergognoso». Lo sostiene il candidato sindaco Luca Di Stefano. «Sia il centro che le periferie hanno un evidente bisogno di un serio piano di manutenzioni aggiunge In alcune vie c'è da ripristinare il manto stradale, in altre vanno assicurati marciapiedi idonei e sicuri per il passaggio dei pedoni. L'obiettivo della nostra amministrazione, una volta eletto se i miei concittadini ci daranno fiducia, è quello di garantire attenzione al decoro urbano e alla corretta riqualificazione del verde pubblico.

Stiamo ideando un piano quinquennale delle manutenzioni che dia priorità agli interventi più critici secondo una logica tecnico-oggettiva. Attraverso il decreto sulla riduzione del debito degli enti locali, abbiamo intenzione di rinegoziare i mutui, fissando tassi molto più vantaggiosi, destinando tale risparmio alla rigenerazione urbana della nostra amata cittadina».

Di Stefano assicura: «Queste misure non intaccheranno la spesa pubblica dei sorani, anzi trasformeremo un costo improduttivo in beneficio produttivo con evidenti effetti per l'economia locale. I cittadini di Sora hanno percepito che il nostro è un gruppo coeso e competente - conclude l'aspirante sindaco - speriamo di raccogliere dunque il meritato riconoscimento dal voto del prossimo ottobre».