La città di Sora ha scelto di esserci per porgere l'ultimo saluto a Stella Tatangelo il giorno di Ferragosto, sfidando il caldo di una giornata estiva. Una famiglia avvolta dal dolore e le lacrime dei tanti amici della diciottenne, morta tragicamente lo scorso martedì notte in un terribile incidente stradale, hanno fatto da cornice ai funerali della ragazza che si sono appena conclusi.

Stracolma di amici, parenti e fedeli la chiesa di Santa Restituta che non è riuscita ad accogliere le centinaia di persone che hanno voluto salutare per l'ultima volta Stella.

Tanti i sacerdoti sull'altare. " Uno strappo troppo forte. - ha detto Don Donato Piacentini che conosce bene la famiglia della ragazza ed ha riposto nella fede la forza dopo tanto dolore - A Maria consegniamo la nostra Stella. Chi vive nel Signore non muore mai. Stella aveva impareggiabili doti che la rendevano unica già a sette anni. Era una gioia vedere una bambina piena di tanto sapere e forza. Ora Stella è diventato un fiore presente nel giardino del cielo." -il sacerdote, durante l'omelia, ha anche parlato di dolore disumano quello a cui sono chiamati i genitori.

Gli amici hanno voluto ricordare" la loro Stellina" in una lettera. "Sei luce. Sei fuoco. Sei brillante. Da sempre sei una ragazza eccentrica, e sai farti rispettare. Emani gioia e calore ogni giorno. La tua risata assordante non ce la scorderemo mai. Non c'è un senso a quello che è successo. Ti cercheremo ogni notte in cielo, sei la tra le stelle. Tutto il nostro amore va a te. Ti vogliamo bene." Molte le autorità presenti che hanno voluto esprimere vicinanza alla famiglia della diciottenne.

Non potevano mancare sia lo stendardo del liceo classico Vincenzo Simoncelli che frequentava che i suoi compagni di scuola con le rispettive famiglie. Commosse anche le compagne della scuola di danza. Tanti i fiori per Stella: spiccava, tra tutti, un cuore di rose rosse del suo, per sempre, amore Mattia.