Alla vigilia della partenza alla volta di Cremona Alessandro Nesta recupera Raffaele Maiello e guarda alla partita del "Giovanni Zini" con un po' più di fiducia. Non perchè non avesse chi schierare al suo posto, ma perchè Maiello è sempre meglio averlo in squadra e non a casa. Da valutare, però, se il centrocampista di Acerra sarà nelle condizioni di garantire il rendimento migliore fin dall'inizio.

Comunque prendiamola come la notizia positiva della giornata di ieri che ha visto la squadra svolgere, sul campo della "Città dello Sport" di Ferentino, la penultima seduta di preparazione all'importante e difficile partita contro la Cremonese degli ex canarini che Baroni ha ritrovato nella città della pianura padana.

Agli ordini di Nesta e del suo staff, i giallazzurri sono stati impegnati in una intensa serie di esercitazioni tecnico-tattiche, per poi chiudere la seduta con la solita partitella su campo ridotto. Non vi ha preso parte il solo Trotta, che si sta riprendendo dalla lombalgia accusata dopo la partita di Salerno e che ha svolto un allenamento differenziato. Il tecnico spera di poterlo riavere a disposizione per la gara con il Trapani, in programma mercoledì sera.

Per il resto tutti abili e arruolati per Cremona, con la sola eccezione di Paganini che deve scontare la terza e ultima giornata di squalifica. Poi Nesta potrà di nuovo contare anche su di lui, proprio nel cuore del trittico di partite che il Frosinone dovrà giocare in otto giorno.

Stamane, con inizio alle ore 10 e subito dopo la conclusione della canonica conferenza stampa della vigilia da parte di Alessandro Nesta, la squadra ha effettuato la seduta di rifinitura a conclusione di una settimana piena di allenamenti. Quindi, nelle prime ore del pomeriggio la partenza alla volta della Lombardia per la quinta trasferta.

Ipotesi di formazione

A questo punto Nesta avrà sicuramente già scelto lo schieramento centrale e la seduta di stamane servirà solo per avere o meno una ulteriore conferma delle scelte già decise. E allora la formazione che affronterà l'undici di Marco Baroni sarà composta da Bardi a difesa dei pali e davanti all'estremo difensore ci saranno Brighenti, Ariaudo e Capuano. In mezzo al campo, se ci sono certezze per gli esterni che saranno ancora Zampano sulla fascia destra e Beghetto su quella opposta, diventa impresa ardua indovinare chi saranno i tre centrocampisti centrali.

Premettendo che, molto difficilmente Nesta rischierà Maiello dall'inizio, le possibilità sono due. La prima: il tecnico potrebbe confermare i tre canarini che hanno iniziato all'Arechi di Salerno, e cioè Rohden, Gori e Haas; oppure gli stessi interni che hanno giocato contro il Livorno dopo l'uscita dal campo di Maiello. E cioè Rohden. Haas e Tribuzzi che hanno offerto una prestazione sicuramente positiva. In attacco con Camillo Ciano, sicuro in campo dall'inizio, si ripropone di nuovo il ballottaggio tra Dionisi e Novakovich con il primo che sembra avere una leggera prevalenza sul secondo. Che entrando nel corso della gara potrebbe incidere sul risultato della stessa con la pienezza delle sue qualità tecniche.

Insomma dovrebbe essere questa la formazione iniziale dal momento che i canarini, soprattutto quelli in campo nella gara con il Livorno, dovranno affrontare la prima gara del tour de force della prossima settimana con le energie completamente recuperate e, perciò integre.

Il problema del possibile turnover Nesta potrebbe averlo per la partita contro il Trapani di mercoledì, anche in previsione di quella che i canarini dovranno poi disputare domenica 3 novembre allo stadio "Pier Cesare Tombolato" di Cittadella contro la formazione di Venturato.