Termina con un risultato che non meritavano i giallazzurri allo Stirpe. Il 2-3 in favore della Roma, arrivato nei minuti di recupero, beffa un Frosinone arrembante e non rende giustizia al gioco degli uomini di Baroni. Prima il vantaggio casalingo, poi gli ospiti ribaltano il risultato. I canarini, però, ci credono ancora e con Pinamonti trovano il pari. Poi la dura legge del calcio. 'Gol mangiato, gol subito'. Olsen nega la gioia a Trotta e poco dopo Dzeko punisce i locali.

L'avvio
Partono bene i ciociari, subito a pressare alto. Dopo appena 5' il Frosinone, infatti, passa in vantaggio con Ciano: il trequartista tira da fuori area e con l'aiuto di un colpevole Olsen insacca l'1-0 che fa letteralmente esplodere lo Stirpe. La Roma prova subito a reagire ma all'11' è ancora Ciano ad avere l'occasione migliore, sciupata poi alta sulla traversa. Dalla mezz'ora in poi, però, si cambia musica. Totalmente. I giallorossi prima pareggiano i conti con Dzeko che anticipa Goldaniga e trafigge Sportiello e, due minuti più tardi, ribaltano la situazione con Pellegrini. Respinta del portiere ciociaro su tiro di El Shaarawy, ci arriva Pellegrini che finalizza l'1-2. Il primo tempo termina con i romanisti a condurre su un buon Frosinone.

La ripresa
I canarini provano a spingersi in attacco e al 13' si fa vedere Viviani, la sfera termina alta sopra la traversa. Baroni si gioca la carta Pinamonti a sostituzione di capitan Ciofani. Un minuto dopo il suo ingresso, al 23', il giovane attaccante va vicino al gol ma non si riesce a coordinare sul traversone di Zampano e spreca la chance. Altri 2 giri di lancette e tocca a Cristante sfiorare la rete: il centrocampista giallorosso non trova la deviazione vincente. Al 35' boato frusinate, Pinamonti pareggia i conti. Contropiede dei locali, palla lunga per la punta scuola-Inter che allarga per Ciano, taglio centrale ancora per Pinamonti che non sbaglia la conclusione e piazza il 2-2. Un miracolo di Olsen su Trotta, al 40', evita la debacle ai romanisti che poi, nei minuti di recupero, beffano i locali. El Shaarawy in contropiede brucia sul tempo la retroguardia ciociara e serve Dzeko che gonfia la rete per l'immeritato 2-3 finale.