L'hanno cercata, l'hanno aspettata, l'hanno voluta e finalmente è arrivata. I frusinati possono urlare a pieni polmoni la parola 'vittoria', che contro la Spal risuona ancor più dolce. Ancor più dolce perchè dopo che i ferraresi si erano imposti in casa della Roma la scorsa domenica, nessuno credeva nell'impresa giallazzurra. Stavolta, però, i ciociari sono stati più forti di qualsiasi dubbio, più gagliardi di qualsiasi previsione e hanno messo a referto uno 0-3 importante, non soltanto per le 3 lunghezze che vanno a smuovere una classifica pericolosa ma soprattutto per il morale e per rilanciare l'entusiasmo in un ambiente a cui mancava da troppo tempo.

L'avvio
Partenza che sembrava di marca Spal in questa decima giornata di campionato, con i padroni di casa più propositivi nei primi dieci minuti. Sono i padroni di casa a cercare la profondità mentre il Frosinone aspetta. E' solo un'illusione, però. I canarini sono pronti a reagire e a ripartire e al 32' Zampano esulta per aver trovato il gol con un potente diagonale,ma tra la palla e la porta si era interposto Chibsah in posizione irregolare, propiziando addirittura la rete col braccio. Tutto da rifare. Bastano però 8' ai ciociari e Chibsah si riscatta agganciando un cross di Ciano, superando Felipe e mettendo giù di testa lo 0-1. La Spal chiude in attacco la frazione dopo aver preso una traversa.

La ripresa 
Dopo appena 8' raddoppia il Frosinone: cross rasoterra di Campbell al centro, si inserisce Ciano e col destro spiazza Gomis per la gioia dei frusinati presenti. I padroni di casa non demordono e su sponda di Missiroli, Antenucci scheggia il palo. La Spal prova ad aggredire e cerca la rete dell'accorcio, quella che potrebbe riaprire la partita e invece trova la sberla definitiva. La formazione allenata da Semplici appare completamente sbilanciata, ne approfitta Cassata che serve all'indietro Pinamonti: il giovane attaccante non si lascia sfuggire l'occasione e con un preciso pallonetto marca lo 0-3 finale e la favolosa prima vittoria dei giallazzurri.