Non termina come speravano i frusinati il big match del "Benito Stirpe" contro l'Empoli. Un inizio di partita fuorviante aveva generato l'illusione che il colpaccio fosse possibile, soprattutto nel proprio fortino, davanti il proprio pubblico. Il sogno si è però sgretolato malamente, sotto le ostinate incursioni avversarie che non hanno lasciato scampo a Dionisi e compagni. La formazione toscana si avvicina sempre più alla serie A mentre ai canarini non resta che ingoiare un altro boccone amarissimo. 
L'avvio di gara

Il Frosinone apre i giochi giusto al primo minuto con Ciano, il cui sinistro rasoterra va a segno grazie all'assist di Paganini dopo un'azione nata da una palla persa da Castagnetti al limite dell'area di rigore. All'11' pt brivido per il Frosinone: Di Lorenzo apre da destra per la testa di Donnarumma che in tuffo mette al lato della porta difesa da Vigorito. L'Empoli alza il baricentro alla ricerca del pareggio e produce un forcing serrato. Il buon possesso palla degli uomini di Andreazzoli non matura il risultato sperato; di contro sono i padroni di casa a creare un'occasione pazzesca quando sono da poco passati venti minuti. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la sfera finisce tra i piedi di Crivello che si coordina e calcia di sinistro ma Gabriel compie un vero e proprio miracolo. Attorno alla mezz'ora prova a fare la voce grossa Zajc, chiude attentamente Terranova. L'arbitro Abbattista concede un minuto di recupero e poi manda le squadre negli spogliatoi.
La ripresa
Nel secondo tempo, l'Empoli imita quanto fatto dai ciociari nell'avvio di gara e pareggia i conti al 4' grazie al cross preciso di Zajc che pesca la testa di Krunic: indisturbato, il centrocampista batte Vigorito: 1-1. I giallazzurri non ci stanno e raddoppiano ad appena tre giri di lancette con il solito Ciano che lascia partire un missile dai 30 m, palla che si infila all'incrocio dei pali per il 2-1. Il match è definitivamente esploso: gli ospiti reagiscono rabbiosamente e la chance del nuovo pari arriva al 12' con Donnarumma che si inserisce e con un tocco da sotto prova spiazzare il portiere locale ma Vigorito è bravo a restare in piedi fino all'ultimo senza farsi sorprendere. Quattro minuti più tardi il 2-2, però, si materializza con Di Lorenzo che stacca di testa su corner di Pasqual. A nemmeno un quarto d'ora dallo scadere, Caputo cerca avidamente il vantaggio empolese: il primo tentativo sfuma, poi, servito da Zajc con un passaggio filtrante, sigla di destro il 2-3 in diagonale. Al 37' i casalinghi sono ad un passo dal 3-3 ma il colpo di testa di Krajnc termina alla sinistra di Gabriel. La beffa finale arriva proprio allo scadere: un Frosinone stanco subisce la ripartenza ospite e il neo entrato Lollo firma, con un sinistro preciso, il 2-4.