E' stato diramato poco fa il nuovo Bollettino medico - il numero 32 del 2 marzo 2020 - dell'istituto "Spallanzani" di Roma. Dai numeri si evince un progressivo peggioramento della situazione nel Lazio, con i casi positivi conclamati che, come del resto era nelle previsioni ed era logico attendersi, aumentano. Ecco, comunque, quanto reso noto dai responsabili del nosocomio romano, con cui si ufficializza che i casi positivi autoctoni, cioè persone residenti nella regione, salgono a 5.

"In questo momento sono ricoverati presso il nostro Istituto 7 casi positivi al nuovo Coronavirus, compresa la coppia cinese ormai negativizzata.

1. Un agente di Polizia di Stato, positivo al test per il nuovo Coronavirus, con un link epidemiologico lombardo. Il nucleo familiare, composto dalla moglie, due figli ed una cognata, positivi al test, è sottoposto a sorveglianza sanitaria domiciliare da parte della Asl competente (l'uomo è di Torvajanica ma lavora a Spinaceto a Roma, con i figli che studiano uno a Pomezia e un altro all'Università La Sapienza di Roma, ndr)

A seguito di ciò, in via precauzionale ed in attesa del completamento dell'indagine epidemiologica, sono state sospese le attività didattiche del Liceo Pascal di Pomezia, frequentato da uno dei figli, e le lezioni del Corso di Laurea in Informatica dell'Università La Sapienza di Roma, canale AL, frequentato dall'altro figlio.

2. Un nucleo familiare, composto da madre, padre e figlia, residenti a Fiumicino e con link epidemiologico lombardo. L'altro figlio, che si conferma negativo, è posto in sorveglianza con la zia presso il nostro istituto.

3. E' ricoverato, infine, un ulteriore caso positivo, con un link epidemiologico veneto.

Tutti i ricoverati sono in condizioni cliniche che non destano preoccupazioni, ad eccezione di un caso che presenta una polmonite interstiziale bilaterale in terapia antivirale.

Inoltre, si dà notizia di un test positivo effettuato su di un giovane allievo Vigile del Fuoco dell'87° Corso, proveniente da Piacenza ed attualmente in sorveglianza sanitaria presso la caserma dei Vigili del Fuoco di Capannelle. Sono state attivate, insieme al Comando dei Vigili del Fuoco tutte le misure di sicurezza e di sorveglianza previste dalle attuali procedure.

Sono stati valutati, ad oggi, presso la nostra accettazione, 216 pazienti. Di questi, 181, risultati negativi al test, sono stati dimessi. Trentacinque sono i pazienti tuttora ricoverati.