E' Piergiorgio Gentile, 40 anni di Cassino, l'avvocato che ieri, mentre stava disputando una partita di calcio per beneficenza a San Donato Valcomino, si è improvvisamente accasciato al suolo privo di sensi. Il legale, da sempre molto sportivo e attento alla salute, è stato probabilmente colto da un infarto. 

Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi. Così che, dopo le prime cure prestate da un medico che stava assistendo alla gara sugli spalti e dopo i soccorsi dei sanitari del 118, è stato chiesto l'intervento di un'eliambulanza che l'ha condotto al Policlinico Umberto I di Roma. Qui è stato operato d'urgenza e ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Terapia Intensiva. 

Il suo quadro clinico è ancora molto critico e sono in tanti in queste ore ad essere in ansia per lui, stretti in un abbraccio alla sua famiglia, come lui molto conosciuta in città e dintorni. E sui social sono centinaia i messaggi di dolore, sgomento e cordoglio per l'accaduto. 

Per leggere la prima cronaca dell'accaduto CLICCA QUI

Malore sul campo di calcio, grave un giovane professionista del Foro di Cassino impegnato in un evento benefico a San Donato, un memorial in onore di un rappresentante delle forze dell'ordine scomparso prematuramente.

Il giovane avvocato - peraltro sportivo e sempre attivo in tutti gli eventi dell'Ordine degli avvocati - si è accasciato improvvisamente a terra, immediatamente soccorso dal personale medico presente. Un lungo massaggio cardiaco in campo, poi il trasferimento a Roma dove è stato sottoposto a un delicatissimo intervento. Probabile che si sia trattato di un infarto. Resta in prognosi riservata.

Tutto il Foro, con il presidente Giannichedda che subito si è recato in ospedale, è vicino al quarantenne e alla sua famiglia.Tanta l'apprensione per le sue condizioni.

di: La Redazione