Entrano in casa, rovistano nei cassetti e negli armadi, e trovano una fortuna. Un biglietto gratta e vinci. Ma non da grattare. Già grattato e anche vincente: ben 200.000 euro la cifra corrispondente al numero fortunato. Nel bottino, portato via dai ladri in azione tra mercoledì e giovedì, in un'abitazione di Alatri, anche oggetti in oro e soldi. Scoperto il raid alla vittima non è restato altro da fare che denunciare il fatto ai carabinieri. Indagini a tutto campo dei militari per fare luce sulla vicenda. Amara sorpresa per l'alatrense che è passato dalla gioia della vincita da 200.000 euro all'incubo di aver perso una vera e propria fortuna. A fare la scoperta che qualcuno durante la sua assenza gli aveva fatto visita è stato lo stesso proprietario al rientro a casa.
Ha trovato cassetti e armadi rovistati. All'appello mancavano gioielli e denaro. Ma il suo pensiero è andato subito al biglietto. La speranza che non fosse stato trovato è durata poco.
Tra la refurtiva mancava anche il biglietto gratta e vinci con la super vincita.
Molto probabilmente i ladri sapevano cosa cercare, o forse, non hanno creduto nemmeno loro ai propri occhi quando hanno trovato il tagliando e soprattutto con una vincita da sogno.
Forse l'hanno trovato dopo aver già preso gioielli e soldi. E con la "fortuna" trovata sono poi fuggiti a gambe levate. Con il bottino "sostanzioso" si sono dileguati prima dell'arrivo del proprietario facendo perdere le loro tracce.
Sull'episodio, dopo la segnalazione della vittima, gli uomini dell'Arma della Compagnia di Alatri hanno avviato tutti gli accertamenti del caso per fare luce sulla vicenda e per cercare elementi utili a dare un nome e un volto ai banditi a seguito della denuncia dell'alatrense, che è passato dalla gioia all'incredulità per quanto gli è accaduto e soprattutto, per la fortuna che ha assaporato, ma che è svanita e portata via dai soliti ignoti.