Sul rincaro delle bollette del consorzio di bonifica Conca di Sora, i sindaci del comprensorio si schierano dalla parte dei cittadini chiedendo lo stop alla stangata. Lo fanno con una lettera congiunta al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e ai consiglieri regionali ciociari Sara Battisti, Mauro Buschini, Loreto Marcelli e Pasquale Ciacciarelli.

I sindaci di Sora, Isola del Liri, Arpino, Castelliri, Broccostella, Posta Fibreno, Fontechiari, Pescosolido e Campoli Appennino focalizzano l'attenzione sul "piano di gestione 2021" in riferimento all'aumento dei canoni consortili.

Nella lettera scrivono: "Registriamo un forte disagio e anche episodi di protesta Infatti, i canoni consortili, quest'anno, hanno sorpreso un po' tutti per i notevolissimi incrementi che appaiono, ai più, imprevisti, eccessivi e inusuali. Basti pensare che l'incremento in alcuni casi sfiora addirittura il 100%.
È del tutto comprensibile che noi sindaci siamo con insistenza interpellati e sollecitati a prendere una qualche iniziativa a riguardo. Vorremmo poter dare risposte soddisfacenti ai cittadini, ma non ne abbiamo né la possibilità né il potere".

In questi giorni i sindaci sono tempestati di reclami da parte dei contribuenti del consorzio; dopo aver ascoltato le ragioni del commissario Stefania Ruffo, si aggrappano alla speranza di un intervento regionale: "Facciamo appello alla vostra sensibilità e confidiamo nel fatto che, di sicuro, vorrete rispondere al nostro appello positivamente e urgentemente con le azioni che riterrete più adeguate - scrivono i sindaci Ci permettiamo - di sottolineare che la nostra istanza vuole essere particolarmente pressante per il momento difficilissimo che viviamo e per i contestuali e conseguenti gravi disagi economici e sociali nei quali si è venuta a trovare la gran parte dei contribuenti".

La palla, insomma, passa ai rappresentanti regionali del territorio verso i quali il pressing degli amministratori locali è diretto. Riusciranno a fare breccia strappando almeno una sospensione delle bollette, in molti casi da capogiro e con importi raddoppiati? Se lo augurano i contribuenti del consorzio che da giorni protestano.
C'è chi si sta muovendo per vie legali e chi si è attivato per informare del caso "Striscia la notizia", reputando gli aumenti scattati un sopruso, specialmente in un periodo di crisi come l'attuale.