Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Cassino è il motore della regione. Tra un mese arriva Stelvio. Tutte le novità
0

Cassino è il motore della regione. Tra un mese arriva Stelvio. Tutte le novità

Piedimonte San Germano

Cassino è diventata per la Fiat ciò che Stoccarda è per la Mercedes e Wolfsburg per la Volkswagen. A testimoniarlo sono i dati di incremento del prodotto interno lordo che vedono il Lazio sul podio delle regioni laziali proprio grazie al sito pedemontano ai piedi dell’abbazia di Montecassino.

A riportare questi numeri è stato ieri il blasonato quotidiano nazionale, “la Repubblica”, che ha evidenziato il ruolo strategico della fabbrica da quasi mezzo secolo presente a Cassino e che oggi è divenuta la casa dell’Alfa.

Scrive il blasonato foglio scalfariano: «Gli ultimi dati di Unioncamere stimano per il Lazio una crescita del più 0,9% nel 2016, confermando in sostanza il più 1% previsto dall’agenzia di rating Fitch prima dell’estate. Meno di Emilia Romagna e Lombardia, ma meglio di Piemonte, Friuli e Toscana. Il Lazio, insomma, è la terza locomotiva d’Italia con una ricchezza procapite, secondo Unioncamere, che supera i 31.000 euro».

I motori dell’Alfa Romeo, insomma, hanno messo il turbo non solo al Cassinate ma all’intera regione Lazio. Oltre alla crescita dello stabilimento Fca che conta 4.300 dipendenti, c’è quello dell’indotto, infatti sempre Repubblica scrive: «Il distretto industriale, composto da almeno 200 imprese, è uno dei primi in Italia ad avere inaugurato il modello gestionale world class manufacturing che prevede un rapporto di lavoro interamente digitalizzato tra l’impresa principale e i suoi fornitori per coordinare le fasi della produzione, dalla logistica alla vendita».

Quindi ecco il dato che dimostra come la ripresa non è più solo qualcosa di auspicabile, bensì si tocca con mano: rispetto a due anni fa il fatturato delle imprese del polo è passato da 400 a oltre 570 milioni di euro e l’export ha superato i 400 milioni con il 70% sul mercato Ue.

Numeri che fanno esultare il vice presidente di Confindustria Maurizio Stirpe, che dichiara soddisfatto: «Il percorso di crescita è ben avviato».

Tra un mese arriva il Suv Stelvio. Il prezzo base è di 40.000 euro

Il primo suv della storia per Alfa Romeo debutterà come ormai è stato ufficializzato da tempo il 15 di novembre in una location privilegiata, il Salone di Los Angeles. Nel frattempo, però, all'Alfa non stanno con le mani in mano, tanto che i primi esemplari sono già in fase avanzata di assemblaggio finale nello stabilimento Fca di Cassino, naturalmente accanto alla linea di produzione dell'Alfa Giulia.

Sviluppato sulla piattaforma “Giorgio”, la stessa della Giulia, infatti, il Suv Alfa dovrebbe chiamarsi Stelvio salvo sorprese dell'ultima ora visto che manca ancora una conferma ufficiale al riguardo. L'arma in più del suv Alfa Rome potrebbero essere prezzi più abbordabili, a partire pare da 40.000 euro. E infine la prima Alfa Romeo a “ruote alte” metterà nel mirino anche Mercedes GLC, ma soprattutto come detto la GLC Coupè, forse con la Quadrifoglio.

Discorso a parte potrebbe essere la possibile azione di “disturbo” che lo Stelvio potrebbe avviare nei confronti del Range Rover Evoque il più “glamour” fra i Suv sul mercato. E dopo i piatti forti sono previste due “speciality” come le definiscono in Fca, ovvero i modelli sportivi di non grandissima tiratura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400