Serrate  indagini degli inquirenti della Digos – Squadra Tifoserie –, diretti dal dr. Cristiano Bertolotti, sono scattate subito dopo la finale dei Play Off Serie B, disputatasi al Benito Stirpe il 16 giugno scorso,  tra Frosinone e Palermo, e che ha sancito la promozione nella massima serie della compagine locale.
Nel corso del festeggiamenti per la serie A - recita una nota ufficiale della Questura - una cospicua rappresentanza di tifosi si riservava sul terreno di gioco e una parte degli stessi si portava sotto la curva degli ospiti con atteggiamenti minacciosi.

In quel frangente 11 soggetti, di cui 4 gravati da precedenti  anche specifici, si evidenziavano per condotte pericolose sotto il profilo dell'ordine e della sicurezza pubblica e pertanto nei loro confronti sono stati emessi altrettanti provvedimenti di Daspo. Ad "inchiodare" i supporters intemperanti anche le immagini del sistema di videosorveglianza.

Inoltre 3 soggetti sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria. In particolare, un 43enne dovrà rispondere di violenza privata in danno di un sostenitore del Palermo, mentre un 29enne è stato denunciato per istigazione a delinquere. Ad un  tifoso di 27 anni è stata invece contestata la  violazione del Daspo emesso dal Questore di Frosinone nel 2016 e con scadenza nel 2021.

Ulteriori accertamenti sono in corso, anche con la collaborazione della Questura di Palermo, per l'individuazione di alcuni tifosi ospiti che si sono resi responsabili di intemperanze.