In Italia ci sono circa 7,5 milioni di gatti e tantissime famiglie italiane li hanno in casa. "Coinquilini" che nello spazio evolutivo di circa diecimila anni non sono mai stati addomesticati completamente. Felis silvestris lybica è il ceppo di partenza di tutti i gatti. Solamente negli ultimi duecento anni abbiamo assistito alla nascita delle più svariate razze.

«È un felino veramente particolare. È l'unico animale che, secondo uno studio scandinavo che ha indagato su resti vichinghi, rispetto a tutti gli altri animali allevati dall'uomo è aumentato di dimensioni, mentre gli altri animali domestici si sono rimpiccioliti. Comunque, a dispetto di tutti coloro che lo hanno sempre visto come un animale satanico o molto particolare, è un animale veramente meraviglioso con tantissimi pregi, non ultime le sue capacità terapeutiche». «È noto, infatti, che accarezzare un gatto docilmente accoccolato sulle nostre gambe, faccia abbassare la pressione e induca uno stato di calma e rigenerazione», spiega il dottor Pisanello, medico veterinario.

Le regole per allevarlo e farlo vivere dentro casa?
«Sono poche ma precise. Ambienti troppo chiassosi o rumori molesti li spaventano, quindi mai urlare o imporre a un gatto regole improvvise, ma tenerlo in ambienti tranquilli e parlargli con toni non eccessivi».

Il gatto comunica attraverso il linguaggio del corpo: suoni, graffi e odori…
«Se si avvicina e strofina la testa o la coda sulle nostre gambe o sul corpo si sente a suo agio, se è completamente rilassato, quando è sdraiato su di noi, "zampetta", cioè replica il movimento di allattamento muovendo alternativamente le zampe. Altro segno di felicità è quando si rotola, poi fa le fusa, miagola, ringhia e soffia come tutti i felini».

Quali i suoni emessi dai gatti e quali i significati?
«Se fa le fusa può essere un segnale di autorassicurazione come di rilassamento, se ringhia o soffia manda segnali intimidatori, se miagola vuole richiedere qualcosa, richiamare l'attenzione o esprimere un'emozione. Inoltre, se è un gatto rilassato, ha orecchie erette e occhi semichiusi, se le orecchie sono abbassate e le pupille dilatate è invece sulla difensiva».

Per una perfetta convivenza è necessario ricordare le norme di igiene che comprendono il prendersi cura del pelo, dei denti e delle unghie...
«Il gatto, abituato da piccolo, adora farsi spazzolare. In tal modo diminuiamo la possibilità che si formino tanti boli di pelo nello stomaco. Si può provare a pulire i denti e a tagliare le unghie quando non utilizza il tiragraffi. Si evitano così anche tanti piccoli segni dentro casa che, se da una parte sono propri dell'indole felina per segnare il territorio, non sempre sono apprezzati dai proprietari».

E i vaccini?
«Vanno fatti regolarmente per proteggerli dalle malattie infettive. Sarà il veterinario curante a consigliare il piano vaccinale migliore a cui sottoporlo. Di norma si comincia intorno all'8/9 settimana di vita con vaccini per le malattie respiratorie, gastroenteriche e la leucemia felina. Se si vuole andare all'estero bisogna portarlo dal veterinario che provvederà a inserire un microchip per identificarlo e sottoporlo a vaccinazione antirabbica per fare il passaporto. Per la loro e la nostra salute va difeso dai parassiti esterni quali pulci, zecche, acari, zanzare e altro e dai parassiti interni con l'utilizzo dei prodotti in commercio. Ce ne sono diversi e sarà il veterinario curante a prescrivere o somministrare», raccomanda il dottor Pisanello.

E la sterilizzazione?
«Si effettua normalmente intorno al sesto mese di età. Nella femmina elimina calori e gravidanze indesiderate e soprattutto aiuta a prevenire patologie dell'apparato riproduttivo. Lo stesso vale per i maschi e in più, li aiuta a ridurre l'aggressività e la possibilità di causare patologie connesse ai conflitti con altri maschi "interi" cioè non sterilizzati».

Ricordiamo che i gatti hanno esigenze nutrizionali a secondo dell'età, ma fortunatamente i cibi in commercio prevedono ormai ogni caratteristica adatta sia all'età sia alla razza. I felini, si sa, hanno esigenze tutte loro.

GIORGIO PISANELLO
MEDICO VETERINARIO
VIA PER FIUGGI 38 - FROSINONE

In foto alcuni cani da adottare. Per farlo rivolgersi a: La Voce degli Ultimi -Info per adozioni: 3483248916 – 3926245936; lavocedegliultimi@outlook.it; indirizzo facebook https://www.facebook.com/lavoce.degliultimi.90