In mostra, la pittura figurativa di Tomoko Momoki, l'artista giapponese espone presso la BC Art Gallery una serie di lavori, che si distinguono per tratti rapidi, che abbracciano una vasta gamma di ambienti, da scenari intimi e privati a vivaci ritratti di vita sociale.
L'iniziativa patrocinata dal Comune di Colleferro e dall'Associazione culturale internazionale "Nobile Accademia Leonina" rappresenta un'opportunità unica per gli amanti dell'arte di immergersi nell'universo visivo di questa straordinaria artista da molti anni in Italia dove ha presentato le sue opere in gallerie d'arte in allestimento sia collettivo che personale.

Tomoko Momoki, attraverso i suoi lavori riesce a trasmettere un senso di vivido dinamismo, immortalando pose e atteggiamenti delle persone che animano i molteplici scenari dipinti, un'artista a tutto tondo, in grado di sorprendere il visitatore con i suoi straordinari cromatismi, nell'esecuzione di soggetti e scenari nipponici ed opere i cui temi, sono riconducibili agli attuali riferimenti culturali e ambientazioni di carattere europeo.

La storia dell'artista la porta ad innamorarsi del nostro Paese al punto da eleggerlo a sua casa. Tomoko Momoki, nata in Giappone nel 1972, dopo aver concluso nel '93 il corso di studi generale dell'Accademia di Belle Arti di Tokyo, si specializza in tecniche pittoriche. Nello stesso anno, e per i tre anni successivi, partecipa al salone Shiun-You-Kai a Tokyo. Dopo aver superato nel 1994 la selezione che la abilita alla permanenza negli atelier dell'Accademia dove continua fino al 1997 le sue ricerche specifiche sulla pittura ad olio.

Poi, nel 1997, intraprende con l'Accademia un viaggio di studio in Europa che avrà un'influenza determinante sul suo successivo trasferimento in Italia. Dal 1998 si trasferisce a Roma per studiare ed assorbire i codici e gli archetipi dell'arte occidentale ed in particolare di quella italiana. Nel 2000 ha esposto a Tokyo le sue opere, ormai permeate di stilemi mutuati dalla cultura occidentale, derivati tra l'altro dalla rielaborazione di archetipi propri dell'arte italiana.

Dal 2001 affianca alla pittura da cavalletto, quella parietale e collabora ad interventi decorativi in edifici di rilevanza storico/artistica che la tengono impegnata per i successivi anni, che contribuiscono al suo importante bagaglio artista. Dal 2013 l'attività di Tomoko Momoki è incentrata esclusivamente sulla pratica della pittura da cavalletto. La pittura di Tomoko Momoki è, nella maggior parte delle opere, impressionista in chiave contemporanea, essenzialmente per l'attualità delle figure di individui; ratti rapidi, eppure pregnanti, riproducono particolari caratterizzanti e rappresentano – sortendo effetti di vivido dinamismo – pose e atteggiamento delle persone che animano o popolano i vari scenari, ossia ambienti private oppure di vita sociale, dunque locali pubblici, scorci urbani, finanche luoghi di culto, vivacizzati dalla moltitudine di visitatori.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al prossimo 4 dicembre, offrendo a tutti coloro che vi si recheranno la possibilità di esplorare a fondo il talento dell'artista giapponese. Sarà visitabile a Colleferro dal lunedì al mercoledì e il sabato dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 19, il giovedì e il venerdì dalle 10:30 alle 12:30. Lunedì 4 dicembre sarà aperta tutto il giorno (10 - 20) con orario continuato.