Un nuovo passo verso una cultura del rispetto.
Sposando la proposta, nata a livello nazionale dagli Stati Generali delle Donne, anche a Sora, grazie all'impegno delle socie dell'associazione culturale "Iniziativa Donne" da sempre coinvolte nel progetto nazionale, sono stati invitati tutti a candidati alla carica di sindaco a sottoscrive un patto, un impegno volto a costruire insieme un progetto dall'ampio respiro, capace di guardare concretamente ad un futuro di parità.
«Dopo questo lungo periodo di emergenza sanitaria che ci ha visto ancora più attivi nel dare l'avvio a nuovi progetti e nel creare comunità, ben quattro candidati alla carica di sindaco nelle prossime elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre nel Comune di Sora hanno in campagna elettorale trovato il tempo per adottare, ponendo la loro firma sul documento, "Il Patto per le Città" che nasce all'interno del progetto "Città delle Donne".

Progetto promosso dagli Stati generali delle Donne a Matera 2019, durante gli eventi della Capitale Europea della Cultura. Con l'adesione al "Patto per le Città" il Comune di Sora con le candidature alla carica di sindaco di Federico Altobelli, Roberto De Donatis, Valeria Di Folco e Luca Di Stefano entra dunque in una rete nazionale per condividere insieme a tante altre città una profonda elaborazione culturale per consentire ai talenti femminili di partecipare alla rigenerazione delle città con lo sguardo di genere attraverso: azioni per educare al rispetto e all'accettazione dell'altro; realizzazione di politiche efficaci di contrasto alla violenza sulle donne; valorizzazione dei talenti in tutta la loro diversità, per promuovere il lavoro delle donne e le imprese femminili ha aggiunto Isa Maggi, presidentessa nazionale degli Stati Generali delle Donne Intendiamo coinvolgere la cittadinanza tutta con lo scopo di contaminare, informare e condividere il progetto e concretamente raggiungere risultati per l'intera collettività». Anche la candidata alla carica di sindaco Eugenia Tersigni ha espresso, durante la presentazione delle sue liste, attenzione alla parità di genere.