L'amministrazione comunale, nonostante l'emergenza sanitaria, in accordo con la diocesi di Anagni-Alatri ha cercato una formula per consentire alla città di Alatri di mantenersi fedele alla sua antica tradizione della festa del Mercoledì dopo Pasqua. Di seguito il comunicato.

La nota
Moltissime richieste giunte da più parti hanno evidenziato un fortissimo desiderio di assicurare il passaggio del nostro Santo per la città. Abbiamo, pertanto, condiviso il seguente programma:

Ore 9.30 la reliquia (non la statua) percorrerà a bordo di una macchina della protezione civile, preceduta dalla forze dell'ordine, le strade del centro storico garantendo che nessuno invada le strade.

Ore 11.00 celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo della diocesi in concattedrale (senza la partecipazione dei fedeli)

Ore 12.30.circa partendo dall'elisuperficie dell'ospedale di Alatri la reliquia sorvolerà dall'elicottero l'intero territorio cittadiino.

Il passaggio della reliquia e la celebrazione eucaristica saranno visibili sui canali social e sulle reti televisive locali.

Da sempre la città di Alatri sì è rivolta al suo santo patrono chiedendone la protezione e ricorrendo alla sua intercessione. Quest'anno San Sisto ci benedirà dall'alto!