Gli agenti del Commissariato di Cisterna di Latina hanno individuato e deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone un uomo, A. B., 41 anni di Ferentino, autore di decine di truffe per via telematica.

Il soggetto era solito pubblicare alcune inserzioni su siti di vendita online proponendo l'acquisto di telefoni cellulari di ultima generazione a prezzi estremamente allettanti, di regola tra i 100 ed i 200 euro.

Nelle trattative on line, A. B. indicava ai contraenti una Postepay su cui inviare il denaro per l'acquisto, a cui però non seguiva mai l'arrivo della merce. Infatti, dopo l'incasso del denaro inviato dalle vittime delle varie truffe, egli dapprima si giustificava nei modi più disparati del mancato arrivo della merce, successivamente faceva pervenire pacchi vuoti, foto di tracciamenti dell'invio dei pacchi – in realtà inesistenti – o anche fotocopie di avvenuti rimborsi, chiaramente false.

In ultimo, il truffatore non mancava di diffidare le vittime dall'intentare azioni legali nei suoi confronti, millantando di essere assistito dai migliori avvocati del foro di Frosinone. Con le attività investigative avviate per la circostanza, gli agenti del Commissariato di Cisterna sono risaliti alla scheda telefonica utilizzata per le trattative, attivata presso un negozio sito in un centro commerciale del Capoluogo ciociaro e alla carta ricaricabile su cui venivano accreditate le somme per gli acquisti, attivata presso un ufficio postale di Ferentino.

Sono tre le vittime delle truffe – messe in atto da A.B. – residenti tra Cisterna ed Aprilia, le quali si sono rivolte alla Polizia di Stato, che rinnova l'invito a valutare con estrema prudenza le offerte commerciali online proposte da soggetti sconosciuti o non accreditati.