È successo ieri poco dopo le 16 in piazza Piave nel quartiere del Colosseo. Una donna ha bussato alla porta e ad aprire è stata una ottantaquattrenne. La donna ha mostrato un cartellino o un blocchetto, l'anziana non ricorda benissimo, dicendo di essere un'impiegata del Comune arrivata per delle verifiche e delle misurazioni. L'anziana, sola in casa in quel momento, l'ha fatta entrare e l'ha portata nel bagno. Sono rimaste lì per una decina di minuti scarsi, il tempo di "prendere le misure" e poi la donna è uscita. Quando l'ottantaquattrenne è entrata in camera da letto ha trovato tutto a soqquadro, i cassetti svuotati, gli abiti per terra, il letto disfatto. Qualcuno era entrato e aveva ripulito tutto portando via oro e gioielli di famiglia, circa 400 euro che la donna aveva messo da parte e il libretto postale. Immediata la chiamata al figlio e alla nuora, che erano al lavoro. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Cassino.

L'anziana ha anche avuto un malore per la paura e il dispiacere di quanto accaduto. Nessuno sembra aver notato nulla. «Fortunatamente non le hanno fatto niente ha detto il figlio poco dopo noi abitiamo sopra e i due appartamenti sono collegati da una scala interna. Ha avuto paura ma non l'hanno sfiorata, si è fidata della donna. Poi ha visto una grande macchina nera allontanarsi». Meno di una settimana fa a Caira un ragazzo è stato preso a pugni dai ladri nel giardino.
I malviventi erano entrati nella notte mentre dormiva per il colpo ma lui si era svegliato e li aveva inseguiti fino a fuori.
Poi il pungo e la corsa al Pronto soccorso dove ci sono voluti sei punti di sutura al volto.

Sono diversi i colpi o i tentati furti messi a segno nelle ultime settimane sia in città che in periferia, ma anche nel Cassinate. Persone sospette sono state notate tra le case popolari, quelle che hanno finestre e porte al primo piano.
Ieri pomeriggio ennesimo colpo a Sant'Elia in via Oliveto. I malviventi scelgono ormai orari differenti, pieno giorno o nel tardo pomeriggio. Entrano anche quando centro ci sono i proprietari, magari ad ora di cena quando sono tutti in una stanza a mangiare. Le forze dell'ordine consigliano di lasciare sempre tutto chiuso e di prestare la massima attenzione a finestre e porte finestre. L'allerta dei residenti è alta, soprattutto cresca la paura di trovarsi faccia a faccia con qualche malintenzionato che, senza troppi scrupoli, oltre al furto posa aggredire gli inquilini.