Furioso incendio a Castellaccio, sul posto i vigili del fuoco ed i carabinieri. A margine degli impianti che qualche anno fa vennero distrutti dal fuoco, provocando una nube causa dell'inquinamento e della successiva quarantena di chilometri quadrati di pascolo ed altro, si sono levati fumo e fiamme.

La possibilità che potesse ripetersi quanto accaduto di recente, con la proibizione all'utilizzo di migliaia di ettari di pascolo e centinaia di piantagioni, ha immediatamente allarmato i residenti di San Bartolomeo, che hanno chiamato i vigili e gli uomini dell'Arma.

Pare che l'area interessata fosse quella della ex Sistema Compositi, e che tra i materiali incendiati vi fosse una considerevole quantità di car-fluff, l'imbottitura delle automobili ed altro, contenenti sostanze altamente tossiche e cancerogene.