A presenziare all'evento di inaugurazione c'era anche l'allora ministro dell'Industria e del Commercio Giulio Andreotti. «La soddisfazione di partecipare a questa inaugurazione di questo grandioso complesso – disse Andreotti, come riportato dai giornali dell'epoca – va al di là della piccola politica perché è soltanto ed unica soddisfazione ciociara. Vedere ciociari che lavorano intensamente per la Ciociaria e per essa realizzano opere così importanti è veramente una gioia, che supera la constatazione di un ministro addetto a un settore così importante per la vita della nazione per attingere alle ragioni più nascoste del proprio sentimento e delle proprie attività. L'imponente edificio – proseguì Andreotti – mentre dà un tono alla città, allo stesso tempo indica quella che deve essere la strada attraverso cui Frosinone deve marciare. Non solo un'indicazione, quindi, ma un primo e ben importante passo verso le mete prefisse. Va dato merito di questa impresa alla Compagnia di Assicurazione L'Edera che ha dato un'ampia dimostrazione della propria vitalità e della perfezione di conduzione».
«Auspico – concluse il ministro – che nell'ambito dell'area industriale della provincia di Frosinone possano insediarsi industrie ausiliarie dell'Alfa Sud, che sta impiantando le proprie attrezzature a Napoli. L'industrializzazione rappresenta per la Ciociaria una realtà concreta che ha tracciato la linea lungo la quale dovrà proseguire lo sviluppo di tutta la zona, e un ulteriore progresso dell'intera Ciociaria».