È arrivato ieri mattinata con febbre alta e sintomi che hanno fatto temere per un caso di meningite. E intorno alle 11.30 è stato trasferito al "Gemelli" per esami più approfonditi. Paura ieri al Santa Scolastica di Cassino, dove un piccolo di soli 2 anni è arrivato con sintomi che hanno fatto temere per un caso di sospetta sepsi meningococcica. Ed è scattato l'allarme.
Il piccolo è stato trasferito nella struttura capitolina per gli accertamenti del caso: dalle prime informazioni, sembrerebbe che la sua prognosi sia riservata. La Asl ha diramato una nota agli insegnanti dell'asilo nido frequentato dal bambino e ai genitori degli altri bambini affinché seguissero la profilassi. Ed è scoppiato il caos. Nella serata di ieri, infatti, tante mamme con i rispettivi bambini si sono precipitate al Pronto soccorso di Cassino dove intanto anche il personale medico aveva avviato la procedura di sanificazione. Per i bambini, invece, a secondo dell'età è prevista una profilassi antibiotica ma nell'immediatezza la paura generata dal timore che si trattasse di un caso reale e non soltanto sospetto di meningite ha fatto degenerare la situazione. Qualcuno, in preda all'ansia, sembrerebbe aver lasciato il Santa Scolastica per raggiungere i nosocomi di Frosinone e Formia. Altre mamme, invece, hanno atteso l'accettazione e hanno fatto la fila per sottoporre i loro bambini alla profilassi che ha previsto una iniezione di antibiotico. Attesi i risultati effettivi dell'ospedale romano. Cresce l'apprensione per lo stato di salute del bambino.