Grande successo per il concerto promosso dal Comune in occasione del centenario della nascita di Astor Piazzolla. Tanti applausi per "Piazzolla 2021 - 100 anni Astor", tenuto mercoledì scorso all'interno del chiostro di Palazzo Baronio, in via Napoli. Presenti il sindaco Roberto De Donatis, che ha aperto la serata con un saluto, e numerose autorità.

Momenti di grande emozione nel ricordo delle vittime del Covid-19 alle quali il primo cittadino, il direttore Gemmiti e i musicisti hanno voluto dedicare l'interpretazione dell'Ave Maria di Piazzolla. Sul palcoscenico si sono esibiti musicisti del panorama concertistico internazionale. Protagonisti della serata Tania Di Giorgio (soprano), Loreto Gismondi (violino), Fabio Gemmiti (direttore e solista) accompagnati dall'orchestra "I Solisti Liriensi".
Nella serata, presentata da Ilaria Paolisso, sono state eseguiti anche brani tratti da "Le quattro stagioni" di Antonio Vivaldi. Al clavicembalo il maestro  Giacomo Cellucci.

Astor Piazzolla, musicista e compositore argentino, nacque l'11 marzo del 1921 a Mar del Plata da genitori di origine italiana: il padre, Vicente Piazzolla, era figlio di Pantaleone, un pescatore nativo di Trani, in Puglia, che emigrò in Argentina dopo il naufragio della sua imbarcazione; la madre, Asunta Manetti, era invece nativa di Massa Sassorosso, frazione di Villa Collemandina. Nel 1925 si trasferì con la famiglia a New York dove visse fino a 16 anni. La sua musica ha ottenuto consensi in Europa e in America del Nord prima che nel suo Paese. Piazzolla è passato alla storia come riformatore del tango argentino. Un grande artista che Sora ha voluto celebrare.