Rimborsi per chi ha già pagato e bollette ricalcolate per chi non lo ha ancora fatto. Questa la decisione dei sindaci dei comuni che fanno parte del consorzio di bonifica Conca di Sora.

Dopo che la Regione Lazio è intervenuta stanziando 788.120 euro per compensare i drastici aumenti delle tariffe che hanno generato tante proteste, martedì pomeriggio i sindaci o i loro delegati di Sora, Isola del Liri, Arpino, Castelliri, Broccostella, Campoli Appennino, Pescosolido, Fontechiari e Posta Fibreno si sono riuniti in videoconferenza con il commissario dei consorzi di bonifica Ruffo, il dottor Tagliaboschi per il consorzio e il funzionario della Regione dottor Maglietti. Insieme hanno stabilito come procedere per l'applicazione dei ristori.

"La soluzione individuata - si legge nella nota diramata dai sindaci - prevede: l'emissione e l'invio di nuove bollette, con importi aggiornati, per coloro che non hanno ancora provveduto al pagamento dei contributi; la compilazione di apposita modulistica, attraverso la quale richiedere il rimborso della quota eccedente versata; i moduli saranno predisposti dagli uffici del consorzio e resi disponibili sui vari siti istituzionali degli enti interessati".

I sindaci si compiacciono per il risultato ottenuto: "Tutto ciò - affermano - è stato possibile attraverso una politica territoriale del dialogo costruttivo, dell'impegno concreto, della capacità di affrontare i problemi proponendo soluzioni con risolutezza e ragionevolezza.
I comportamenti delle amministrazioni e dei sindaci sono stati impostati sul silenzio laborioso e fattivo. Gli interessi dei cittadini sono stati valutati con serietà, studiati e rappresentati, con la forza della determinazione e della rappresentanza, al tavolo degli enti competenti".

Infine i "doverosi i ringraziamenti alla Regione Lazio ed in particolare ai consiglieri regionali Sara Battisti, Mauro Buschini e Loreto Marcelli per l'impegno e la capacità di interpretare le istanze e le preoccupazioni dei sindaci, traducendole in fatti".