La storia del papà annegato davanti ai propri figli mentre stava facendo una escursione sul lago di Barrea diventa purtroppo quello che si temeva: una tragedia. È stato ritrovato infatti, dopo quasi 48 ore di incessanti ricerche, il corpo senza vita di Constantin Catalin Toma, l'autotrasportatore romeno 39enne residente da anni a Collepardo con la famiglia, disperso nelle acque del lago di Barrea dal pomeriggio di sabato. Le operazioni sono state rese particolarmente complesse dalla scarsa di visibilità in profondità, dalla presenza di vegetazione e dalla corrente del fondo del bacino.
La tragedia
L'allarme era scattato poco prima delle 15 di sabato. L'uomo era su un gommone con i suoi due figli di 9 e 10 anni circa quando è finito in acqua senza più riuscire a riemergere. Constantin sarebbe stato inghiottito dalle acque gelide del lago. Quel che è certo è che il corpo dell'uomo è scomparso. Immediatamente è scattato l'allarme, sul posto è giunto un elicottero dei vigili del fuoco, i sommozzatori hanno scandagliato il lago per ore dal pomeriggio di sabato, fino al ritrovamento avvenuto ieri in tarda mattinata. Per le ricerche sono stati impegnati anche i carabinieri di Castel di Sangro e gli uomini della Guardia di Finanza, oltre ai sommozzatori dei vigili del fuoco di Roma, Firenze e Teramo.

L'autotrasportatore stava trascorrendo qualche giorno di vacanza con la sua famiglia in un campeggio sulle sponde del lago. Qualche giorno di relax tra i monti abruzzesi, con la moglie e i due figli, che si è trasformato in tragedia. La donna da sabato si è chiusa nel silenzio, insieme ai piccoli. Ora l'ufficialità della triste notizia su cui chiariranno le indagini dei carabinieri. La salma del giovane papà è stato trasportato presso l'ospedale di Castel di Sangro per gli accertamenti di rito coordinati dalla procura di Sulmona.

Il cordoglio del sindaco
La notizia ha sconvolto il piccolo paese di Collepardo dove tutti si conoscono e ieri quando è giunta la notizia del ritrovamento un velo di tristezza ha coinvolto tutti. Il sindaco mauro Bussiglieri ha voluto esprimere le condoglianze alla famiglia a nome della cittadinanza. «Viveva con la moglie ed i due figli a Collepardo, dove avevano acquistato una casa. Si tratta di persone in gamba e molto corrette, una vera tragedia. Esprimo il cordoglio più sentito, da parte di tutta l'amministrazione comunale e della popolazione, alla moglie, ai piccoli figli ed a tutta la famiglia».
I funerali
La salma di Constantin Catalin Toma è stata riconsegnata ai familiari e oggi alle 17 arriverà presso la chiesa di San Giovanni ad Alatri dove amici e conoscenti si potranno stringere al dolore della famiglia. I funerali si svolgeranno giovedì alle 10 e poi la salma verrà tumulata nel cimitero di Collepardo