Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Ponte delle Tartare, l’ecomostro mai ultimato
0

Ponte delle Tartare, l’ecomostro mai ultimato

Trevi nel Lazio

Ponte delle Tartare un ecomostro di cui nessuno s’interessa. Passano i mesi, gli anni e, purtroppo, il nuovo ponte delle Tartare sta ancora lì da ultimare o da abbattere. Un’opera incompiuta, come spesso accade in Italia, definita da molti, giustamente, un ecomostro che si sta(va) cercando di realizzare in una zona considerata sito d’interesse comunitario.

Gli automobilisti che percorrono la strada provinciale n°28 che da Trevi porta agli Altipiani ormai non ci fanno più caso. Ma lo scempio non passa inosservato ai tanti amanti della natura che si riversano nel nord Ciociaria proprio per apprezzarne la bellezza. Trovandosi, però, proprio alle porte del parco regionale dei Monti Simbruini questa brutta opera incompiuta. I lavori di completamento iniziarono nel 2005/06 commissionati dal consorzio Campo Staffi di cui ne è rimasto a farne parte solo il comune di Filettino.

Gli altri (parco Monti Simbruini, provincia di Frosinone, comunità montana di Veroli) si sono nel tempo defilati. Il milione e mezzo di euro di finanziamento sarebbero dovuti servire per migliorare la viabilità da Fiuggi a Campo Staffi. Niente di tutto questo, al contrario la viabilità è peggiorata e del milione e mezzo di euro o di quello che resta non se ne ha traccia. Forse sarà a disposizione del commissario liquidatore, perché c’è da dire che il Consorzio molti anni fa è andato fallito.

Del progetto dell’ultimazione del ponte (700 mila euro), i cui lavori iniziarono senza il vincolante nulla osta della sovrintendenza, che per questo lo bloccò, a suo tempo, non se ne sa più niente. L’ecomostro è ancora lì a dimostrazione di come funzionano le cose in Italia. Possibile che nessuno riesca a definire questa vicenda a dir poco incresciosa in un territorio oramai abbandonato a se stesso?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400