Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Le nuove linee guida: arriva la “pagella” dei rifiuti

Un particolare dell’ex discarica comunale di Vigna Tonica

0

Le nuove linee guida: arriva la “pagella” dei rifiuti

Ceccano

La Giunta ha approvato la relazione tecnica del quinto settore e ha incaricato gli uffici comunali di predisporre le procedure di gara per l’affidamento dei servizi di raccolta dei rifiuti e di igiene ambientale.

Nel documento redatto dai tecnici comunali ci sono le linee-guida per stringere un accordo che possa finalmente tenere conto della reale produzione di rifiuti e che sia finalizzato quantomeno al raggiungimento del 65% di raccolta differenziata, come previsto dal piano regionale. Si riparte dal 60-61% e dalla dovuta considerazione delle caratteristiche geografiche, ambientali e socio-demografiche, e delle quantità di rifiuti prodotte tra il2011 e il 2015 dalle utenze domestiche, commerciali e scolastiche nonché quelle derivanti dall’organizzazione dei duecento eventi annuali (feste, sagre e mercati).

Attraverso l’elaborazione delle statistiche, si vuole razionalizzare il servizio “porta a porta”: per le utenze domestiche, umido e indifferenziato il lunedì, carta e vetro il mercoledì (ogni quindici giorni), la plastica il giovedì, e l’organico continuerà a essere ritirato anche il mercoledì al centro storico e il venerdì su tutto il territorio comunale; per le utenze non domestiche, l’indifferenziato non sarà più prelevato il sabato, ma solo il martedì, i metalli e l’alluminio saranno raccolti il giovedì e non con il vetro il lunedì.

In previsione anche premi per i cittadini più virtuosi e, con il potenziamento del servizio di vigilanza, penalità per i trasgressori, oltre a una più capillare pulizia manuale e meccanizzata delle strade (suddivise in dieci zone con relativo operatore ecologico) e delle rive fluviali e la costante bonifica dei punti abusivi di scarico.

Infine, per quanto riguarda l’Ecocentro, ci saranno interventi di adeguamento e miglioramento tecnologico che saranno a carico della ditta appaltatrice alla pari di ogni costo di gestione e, dopo il rinnovo del contratto con la Saf (600.000 euro annui), l’indifferenziato continuerà a essere trasferito a Colfelice.

Il quadro economico riportato dalla relazione parla di una spesa complessiva annua di 2.700.000 euro e, oltre ai costi per la raccolta integrata e per le varie opere di bonifica, comprende anche quelli per la campagna di sensibilizzazione e per le attività di repressione, che saranno gradualmente coperti con gli appositi fondi provinciali (214.000 euro) ai quali il Comune ha accesso a due anni dal riconoscimento del finanziamento.

Tra un mese scadrà il contratto con il gestore uscente, l’Ati Gea-Seam e ci sarà un’inevitabile proroga, poi sarà doveroso cambiare in meglio: è nelle intenzioni dell’amministrazione e nell’interesse dei cittadini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400