In un'atmosfera che al momento appare molto difficile da ipotizzare (a porte chiuse e senza la presenza di pubblico), alle ore 15 il Frosinone riceverà al "Benito Stirpe" la visita della Cremonese. Dopo aver interrotto con il pareggio di martedì sera in casa del Livorno la bella serie di sei vittorie consecutive, è scontato che oggi i canarini scenderanno in campo con tutte le intenzioni di dare il via a una nuova serie di successi.

Il 2 a 2 del "Picchi", infatti, ha visto il vantaggio della formazione di Nesta seconda della classe, ridursi a un solopunto nei confronti del Crotone terzo e tre rispetto allo Spezia quarto. Fondamentale quindi dare immediatamente una nuova accelerata, anche se non sarà impresa facile. Se da una parte è vero che la Cremonese occupa la quartultima posizione di classifica in piena zona play out, dall'altra è altresì vero che si tratta comunque di un complesso che nelle sue fila annovera calciatori di tutto rispetto.

Nessuno deve, infatti, dimenticare che stiamo parlando di una rosa che in estate non aveva badato a spese ecostruita per puntare alla promozione diretta nella massima serie. Non ultimo, arriverà oggi allo "Stirpe" con la novità assoluta in panchina del neo allenatore Bisoli. Lo sanno bene Nesta e i suoi ragazzi che anche se con pochi giorni a disposizione hanno preparato questa partita senza lasciare nulla al caso. Motivo per cui i canarini sono pronti a fare la loro parte e anche di più, considerando che questa volta non potranno contare sull'apporto dei loro magnifici tifosi, decisivi in più di una circo stanza.

L'aspetto tecnico e tattico
Una sfida preparata molto bene sotto il profilo mentale, ma anche tattico e tecnico. Al di là di quello che potrà essere il modulo che adotterà la Cremonese, Nesta schiererà il suo Frosinone con il consolidato 3-5-2, e rispetto alla partita di Livorno potrà contare anche su Tabanelli destinato comunque alla panchina così come Paganini, recuperato soltanto prima della trasferta di martedì sera (gli unici ancora indisponibili restano Gori, Ciano e Ardemagni).

Per quanto riguarda il probabile undici iniziale, rispetto all'incontro del "Picchi" riprenderanno un posto da titolare Capuano (per Krajnc), Dionisi (ed esclusione di Citro) e Salvi (Zampano partirà dalla panchina). Ballottaggio per quanto riguarda la fascia sinistra del quintetto di mediana tra D'Elia e Beghetto.

In definitiva l'undici anti Crtemonese dovrebbe vedere Bardi in porta schierato alle spalle del terzetto arretrato composto da Brighenti sul centro destra, Capuano sulla corsia opposta e Ariaudo in mezzo. A centrocampo, Salvi sarà il laterale di destra con, come detto, uno tra Beghetto o D'Elia a sinistra, mentre i tre centrali saranno Rohden, Maiello e Haas. In attacco si ricostruirà la coppia composta da Dionisi e Novakovich.