Si ferma a 6 vittorie la striscia del Frosinone, stoppato sul campo del fanalino di coda Livorno. Una gara non perfetta per i ragazzi di Nesta, che, contrariamente a quanto accaduto nelle ultime uscite, sono apparsi un po' teneri in difesa. Nella mixed zone dello stadio "Armando Picchi", il primo ad intervenire ai microfoni per commentare la gara è il portiere Francesco Bardi. Per l'estremo difensore giallazzurro è stata una gara particolare, che lo ha visto tornare nella sua terra natia contro la sua squadra del cuore.

«È stato un punto guadagnato per come si era messa la partita. Siamo stati bravi a recuperare per due volte lo svantaggio in un campo molto difficile, con il Livorno che era reduce da un'ottima prestazione disputata qualche giorno fa a Verona. Siamo stati bravi a non perdere e a dare continuità alla striscia di risultati utili consecutivi. Abbiamo preso gol, ma prima o poi doveva succedere. Come ho sempre detto sono molto contento dell'imbattibilità che abbiamo avuto, e il merito va a tutti i miei compagni che lavorano molto. Non dobbiamo mollare, il campionato è ancora lungo e dobbiamo continuare suquesta strada.

Secondo me il Livorno ha un'ottima qualità offensiva, quindi poteva capitare di subire gol.
Dobbiamo correggere i nostri errori e ripartire da sabato contro la Cremonese. Sono molto onorato di aver raggiunto le 100 presenze in giallazzurro e spero di continuare a regalare tante gioie ai nostri tifosi. Sono un tifoso del Livorno, non ne ho mai fatto mistero, perché è la squadra della mia città e faccio un grosso in bocca al lupo a loro per la partita di sabato contro il Pisa perché per loro, anzi, per noi, è una partita molto importante».

Dopo Bardi è il turno di Nicola Citro. L'attaccante giallazzurro è stato l'autore del gol dell'uno a uno, mettendo a segno il secondo sigillo personale in stagione. «Credo che a parte un po'di condizione fisica perché avevamo giocato pochi giorni fa, abbiamo fatto una buona partita. Abbiamo avuto le occasioni per andare in vantaggio sull'uno a uno, ma anche il Livorno ha fatto un'ottima partita. Abbiamo rischiato un po' troppo, ma secondo me abbiamo portato a casa un buon punto. Forse qualche nostro giocatore che gioca sempre è normale che siacalato fisicamente, anche seoggi si èvisto poco.Noi abbiamo cercato a tutti i costi di vincere la partita e forse è perché abbiamo perso tanti contropiedi, dal momento che eravamo sbilanciati, è sembrato che stessimo poco bene fisicamente.

Non credo che sia mancato qualcosa a livello difensivo. Forse nella prima frazione di gioco eravamo un po' lunghi, nella ripresa hanno vinto qualche rimpallo, qualche mischia in area e ci sta prendere gol. Poi loro in avanti hanno qualità, era da tanto che eravamo imbattibili ed era impensabile non subire reti fino al termine della stagione. Dobbiamo correggere gli errori che abbiamo fatto e cercheremo di non ripeterli più. È sempre una bella emozione segnare».