Sono venticinque le sfide che ad oggi hanno visto protagonisti il Frosinone e la Salernitana. Ventiquattro in campionato, compreso il play off della stagione 2013/2014 e una Coppa Italia. Per la precisione otto partite in serie C, quattro in serie C1, due in Prima Divisione e nove nella Serie cadetta. Oltre, ovviamente, alla gara dei play off che al Frosinone permise di approdare per la seconda volta in Serie B.

Insomma sessant'anni di incontri dei quali soltanto sei si sono conclusi in parità. La Salernitana ne ha vinti dieci, uno in più del Frosinone. Il prossimo, quello che si giocherà sabato pomeriggio al "Benito Stirpe" potrebbe portare il bilancio in perfetto equilibrio. La prima partita si giocò il 2 gennaio 1972 allo stadio "Donato Vestuti" e la Salernitana si impose con il risultato di 1 a 0. Il Frosinone l'affronto nella seguente formazione: Recchia, Vacca, Massari, Derin, Borsari, Fraternali, Zica, Zurlini, Brunello, Agnoletto, Mantovani.

L'ultima si è disputata il 6 ottobre dell'anno scorso e si è conclusa con il risultato di 1 a 1. Al gol di Kiyine su calcio di rigore al 29' del primo tempo ha risposto al 4' della ripresa Capuano. Arbitro Riccardo Ros che ha diretto l'ultima vittoriosa gara dei canarini sul campo del Cosenza. Il primo successo del Frosinone risale al 28 maggio 1972 nel campionato di Serie C. Decise la partita, giocata al "Comunale", la rete firmata da Angelo Brunello a due minuti dal termine della partita. Sulla panchina giallazzurra sedeva Claudio Surina che aveva preso il posto di Lupi.

A proposito di Brunello c'è da dire che alla Salernitana ha segnato tre reti ed è stato il più prolifico tra i canarini che hanno fatto gol ai granata. Dopo dil ui Eder, Poli e Daniel Ciofani con due gol, Massari, Malvestiti, Masiello, Colletti e Bellini su rigore, Gaudino, Viscido, Artistico Santoruvo, Troianello, Basha, Viola, Crivello, Soddimo, Paganini, Carlini e Capuano, una.
Nelle due partite di Serie C1 della stagione 1988/1989, infine, nelle file della Salernitana giocava anche l'ex capitano della Roma, Agostino Di Bartolomei che, tra l'altro, segnò le due reti (la prima di queste su rigore), grazie alle quali la Salernitana vinse 2 a 1.