Presso l'Hotel dei Congressi di Castellammare di Stabia c'è stato nei giorni scorsi il consueto appuntamento dell'Italian Sport Awards. Evento giunto alla sua nona edizione. Tra i premiati c'era anche il tecnico del Frosinone, Alessandro Nesta, che ha ricevuto il riconoscimento quale migliore giovane allenatore di Serie B per la passata stagione. Nesta ha raggiunto la località campana in compagnia del Responsabile dell'Area Tecnica e direttore sportivo, Ernesto Salvini.

Durante la consegna del premio il mister dei canarini ha anche risposto a qualche domanda inerente presente e futuro. «Sono arrivato ha detto in una società importante che soltanto un anno fa giocava in Serie A,. Per cui addosso mi sento una grande responsabilità. Sono un tecnico giovane quindi a volte è normale che posso commettere qualche errore, ma è certo che, insieme a tutto il mio staff ce la mettiamo sempre tutta».

Frosinone, quindi, piazza importante a detta dello steso Nesta e di conseguenza anche esigente «In Ciociaria mi trovo benissimo e so che l'obiettivo che ci siamo prefissatiè importante.I tifosivorrebbero un immediatoritorno nella massima serie».

Poi un giudizio più in generale su questo campionato di Serie B che appare ancora più equilibrato, Benevento a parte, delle precedenti edizioni. «È sempre molto difficile provare a capire cosa potrà accadere settimana dopo settimana. Alla fine penso che potrà prevalere chi avrà maggiore coraggio per osare rispetto alle altre avversarie».