Partenza a razzo del Frosinone che dopo soli due minuti passa in vantaggio grazie ad una prodezza balistica su punizione dal limite di Dionisi. E' il 2° minuto e tutti si aspettano che i padroni di casa sfruttino il gol lampo per fare la partita. Invece i giallazzurri inopinatamente arretrano il baricentro e il Pordenone pian piano si appropria della gara. 

Diverse le occasioni per pareggiare collezionate dai neroverdi con Bardi protagonista con alcune parate che salvano la propria porta. Niente da fare, invece, al 29° quando Candellone sfrutta una respinta dell'estremo difensore canarino, che aveva neutralizzato un tiro da fuori area, e infila il gol dell'1-1. 

Poi ancora Pordenone che prima dell'intervallo sfiora addirittura il vantaggio. Ora le squadre sono di nuovo in campo per il secondo tempo. Nessun cambio è stato effettuato dai due allenatori. Ma per centrare la vittoria servirà un Frosinone diverso, più determinato e motivato. 

Per la prima di ritorno il Frosinone ospita al "Benito Stirpe" il Pordenone in una gara di assoluto valore per quanto riguarda la classifica dei canarini. I friulani, infatti, sono secondi della classe con sette punti di vantaggio nei confronti dei canarini, sesti.

Per l'occasione Nesta deve fare a meno di Matarese, Tribuzzi e Zampano non al meglio, ma recupera rispetto alla gara di Pisa, Rohden e Capuano, con il primo che gioca fin dall'inizio. Disponibili anche i due nuovi acquisti D'Elia e Tabanelli, con l'ex Lecce che parte nella formazione iniziale. A comporla in tutti i suoi effettivi ci sono: Bardi in porta, Brighenti, Ariaudo e Capuano in difesa. Centrocampo, da destra a sinistra, formato da Paganini, Tabanelli, Maiello, Gori e Beghetto. In attacco Ciano e Dionisi.

di: Daniele Ciardi