Dalla "Città dello Sport" di Ferentino arriva la buona la notizia che si attendeva da qualche giorno a questa parte. La mezzala Marcus Rohden è stato reintegrato nel gruppo dei canarini nella seduta di allenamento che ha aperto la fase finale della preparazione cheil Frosinone di Alessandro Nesta dovrà svolgere fino a giovedì prossimo, vigilia del primo incontro del girone di ritorno contro un avversario di tutto rispetto. Alludiamo al Pordenone di Attilio Tesser che da matricola si è inserita, grazie ai risultati conquistati, nel novero delle squadre che punta ai play off, Dunque alla ripresadel lavoro di ieri anche Rhoden si è allenato con i compagni di squadra e può continuare a lavorare con la massima tranquillità avendo ancora quattro sedute per migliorare la condizionare e proporsi quanto meno per un posto tra i convocati. Anche se si spera di vederlo in campo almeno per una parte dell'importante gara contro i neroverdi.

Ieri pomeriggio i canarini sono stati impegnati in una serie di esercitazioni sul possesso palla conclusa con una partitella su campo ridotto. Ovviamente vi ha preso parte anche la mezzala svedese che ha così potuto prendere parte, con tutte le cautele possibili e immaginabili, ad una gara in famiglia. Marcus Rohden non ha potuto dare il suo apporto alla squadra in un momento molto importante del girone di andata. Uscito al 29'di gioco del secondo tempo delle vittoriosa partita di Castellammare di Stabia contro le "vespe" , il centrocampista ha saltato quattro incontri e cioè quelli con Pescara, Benevento, Crotone e Pisa, dove il suo apporto, soprattutto contro la capolista sannita e contro la formazione di mister Stroppa, sarebbe stato sicuramente determinante per cambiare gli esiti dei due incontri.

Comunque è inutile voltarsi indietro ma meglio pensare alla partita di venerdì sera al "Benito Stirpe". Per ora l'importante è che Marcus Rohden sia riuscito a superare il problema accusato al collaterale del ginocchio destro. Dunque Alessandro Nesta può ora contaresulla rosa digiocatori al gran completo ed avere soltanto problemi di abbondanza, sui quali tutti i tecnici vorrebbero sempre poter contare. Intanto la squadra tornerà ad allenarsi oggio pomeriggio con l'inizio della seduta fissata alle ore 14,30.

D'Elia atteso a Frosinone
Salvatore D'Elia, il terzino sinistro che avrebbe raggiunto l'accordo per indossare la casacca giallazzurra dopo aver difeso quelle di Portogruaro, Venezia, Bari e soprattutto Vicenza, dove hafatto registrare 99 presenze, dovrebbe essere in giornata a Frosinone dopo aver effettuato le visite mediche per mettere a posto alcuni dettagli riguardanti l'accordo. Che, secondo voci ricorrenti, èstato raggiunto sullabase di un rapporto con la società di Viale Olimpiafino al 30 giugno 2023. Anche per questo importante particolare sarà necessario attendere che il Frosinone ufficializzi la chiusura positiva della trattativa.

Per il resto il lavoro del responsabile dell'Area tecnica Ernesto Salvini continua nella ricerca degli obiettivi principali di questo mercato. E cioè l'acquisto di un attaccante, in grado di finalizzare la mole di lavoro che la squadra riesce a sviluppare, e di un centrocampista di sicuro affidamento e anche in possesso di caratteristiche tecniche che si avvicinino a quelle di Rohden. Per l'attacco la pista Ardemagni resta la preferita anche se sembra essersi raffreddata. Anche perchè presuppone la cessione di Trotta che è la base per poter pensare al suo sostituto. Ovviamente nel mirino del direttore sportivo canarino ci sono altri attaccanti ma sullo stato delle trattative ben poco si sa. Anche per quanto riguarda la mezzala, i nomi che sembrano essere in pole position dovrebbero essere quelli di Dezi e Firenze. Ma anche in questo caso vige il silenzio assordante della società.