Con la doppia seduta di ieri, terza consecutiva da inizio settimana, il Frosinone ha concluso il mini ritiro svolto nell'Hotel Fontana Olente di Ferentino. Oggi riposo e quindi ritorno in campo domani alle ore 14,30 quando si riprenderà a preparare la partita di venerdì sera (stadio "Benito Stirpe" ore 21) contro il Pordenone. Nella seduta del mattino la squadra ha svolto delle esercitazioni tecnico-tattiche sul campo mentre nel pomeriggio ha lavorato in palestra. Tutti presenti ad eccezione di Marcus Roheden che ha svolto ancora lavoro differenziato. Bisognerà vedere, ora, se alla ripresa della preparazione di domani pomeriggio lamezzala sarà reintegrata nel gruppo o meno. Comunque il centrocampista svedese potrebbe al massimo entrare tra i convocati per finire venerdì sera, ovviamente, in panchina.

Mercato sempre in stand by
Si è ormai arenata la trattativa con l'Ascoli per quanto riguarda lo scambio di attaccanti. Trotta resta, almeno al momento, al Frosinone e Ardemagni all'Ascoli. Il diesse del sodalizio bianconero, Antonio Tesoro, ha fatto il punto nella giornata di ieri circa la situazione che riguardail suo giocatore, sostenendo che Ardemagni resta giocatore importante per la squadra e che non si muoverà dalle Marche. A meno che il capitano non chieda di essere ceduto. Dunque, mentre per Trotta si aprono nuove prospettive, il Frosinone sembra avere cambiato obiettivo, rivolgendo le sue attenzioni verso l'Empoli.

Riflettori puntati su Moreo
L'arrivo di Andrea La Mantia ha creato nel club toscano problemi di abbondanza in avanti, con l'ex Lecce che è andato ad aggiungersi ai vari La Gumina, Mancuso e Moreo, già a disposizione di mister Muzzi. Prima di accettare il trasferimento nella società del presidente Corsi, l'ex attaccante canarino avrebbe, tramite il suo procuratore, messo al corrente il Frosinone della trattativa. Da parte sua il club di Viale Olimpia avrebbe liberato l'attaccante dalla parola data ritenendo inavvicinabile la somma i 3,7 milioni di euro chiesta dal Lecce. Tornando al Frosinone, si sarebbe ora imboccata la strada che conduce a Stefano Moreo (1993), attaccante che avrebbe le stesse caratteristiche fisiche di Ciofani.

Qualche dubbio potrebbe comunque esserci considerando che il ragazzo, dopo il promettente inizio di campionato con sette presenze nelle prime sette gare, ha accusato un infortunio al bicipite femorale che gli ha fatto saltare le successive sette partite. Di lì in avanti non è stato più convocato per motivi che non conosciamo, D'Elia sarà il vice Beghetto? Con l'Ascoli il Frosinone tornerà a parlare di mercato ma per cercare di concludere la trattativa che riguarda il terzino sinistro Salvatore D'Elia (1989) dopo che Eguelfi, tramite l'Atalanta, è stato trasferito alla società Feralpisalò. Il difensore bianconero non avrebbe tra l'al tro rapporti buoni con l'attuale tecnico dei bianconeri Paolo Zanetti.

Questo potrebbe facilitare anche il raggiungimento di un accordo con la società ciociara. Nel girone d'andata D'Elia ha fatto registrare nove presenze nelle fila della formazione bianconera. Soltanto in una occasione, quella della gara con il Crotone, è stato in campo 30'. Per il resto ha iniziato e concluso le restanti otto gare. Due volte non è stato convocato (partite contro il Frosinone e il Livorno), mentre nelle restanti è rimasto inutilizzato in panchina.

Per la mediana piace Firenze
Infine il Frosinone è sempre alla ricerca di un vice Rohden e in tal senso il nome nuovo è quello di Marco Firenze (classe ‘93) attualmente in forza alla Salernitana, che va ad aggiungersi a quello di Jacopo Dezi.