Vacanze finite anche per i canarini di Alessandro Nesta, che ieri sera si sono ritrovati all'interno dell'Hotel Fontana Olente a Ferentino per la cena con la quale è iniziato il mini ritiro che si concluderà sabato. Tutti presenti con la sola eccezione del giovane difensore Fabio Eguelfi che è rientrato dal prestito all'Ata lanta per essere ceduto, con tutta probabilità, alla Feralpisalò. Da stamane tutti in campo per riprendere acorrere e a sudaree per cominciare a preparare la prima del girone di ritorno contro il Pordenone di Attilio Tesser, in programma venerdì sera (ore 21) al "Benito Stirpe". Per Brighenti e Co. sarà una ripresa alquanto pesante dal momento che nel pomeriggio e sempre sul campo della "Città dello Sport" di Ferentino la squadra sosterrà il secondo allenamento. Le sedute continueranno fino a sabato quando, come detto, si concluderà la prima fase di lavoro che sarà ripreso lunedì 13 gennaio.

Quattro squadre su Trotta
Anche la giornata di ieri è trascorsa senza che niente sia emerso del lavoro che il direttore dell'Area tecnica Ernesto Salvini sta svolgendo all'interno del calcio mercato che per il Frosinone non sarà facile. Trovare l'attaccante, in grado di risolvere il problema del gol che affligge attualmente la squadra di Nesta, senza esporsi a grossi esborsi di denaro, è impresa molto difficile. Anche perchè in giro non è che ce ne siano molti e quei pochi che possono fare al caso del sodalizio di Viale Olimpia costano caro. Senza, poi, aggiungere che il Frosinone dovrà privarsi di qualcuno per non avere un reparto in soprannumero.

L'indiziato numero uno, a questo punto, è Marcello Trotta che, tra l'altro, ha avuto poca fortuna con la maglia canarina sulle spalle. Ventidue partite tra Serie A e B e nessuno gol ma per fortuna squadre che lo stanno cercando non mancano. A cominciare dallo Spezia, per continuare con l'Ascoli, il Pisa e la Salernitana. In pole position dovrebbe esserci la società ligure anche perchè il direttore sportivo Guido Angelozzi è stato proprio lui a convincere il Sassuolo a prelevare l'attaccante dall'Avellino. Sembra che la valutazione che il Frosinone dà al suo giocatore si avvicina al milione e mezzo di euro e su questa base si sta trattando. Quindi Trotta può essere la chiave per risolvere in parte il discorso degli acquisti. Oltre allo Spezia anche l'Ascoli sembra intenzionato seriamente ad accaparrarsi le prestazioni dell'ex Avellino, Crotone e Sassuolo.

Per oggi, infatti, il club canarino e quello marchigiano hanno fissato un appuntamento per provare a chiudere la trattativa per il passaggio di Trotta in bianconero. Sul piatto della bilancia la società del patron Pulcinelli avrebbe messo il suo attaccante Matteo Ardemagni e il Frosinone sta valutando anche l'opportunità di avere come contropartita Ardemagni appunto, oltre a un conguaglio. Per il resto gli altri nomi restano quelli fatti finora. Ci riferiamo ad Andrea La Mantia (1991), di cui si conosce l'importo necessario per il trasferimento dal Salento in Ciociaria e a Gennaro Tutino (1996), che il Napoli ha dato in prestito al Verona e sul quale ci sono anche Crotone, Ascoli, Salernitana e Hertha Berlino.

Per l'ex attaccante canarino, il sodalizio salentino avrebbe sparato una cifra di molto superiore ai tre milioni di euro, Tornando alfronte cessioni,nella giornata di ieri il Cosenza avrebbe fatto un sondaggio per conoscere le intenzioni del Frosinone relativamente ad Alessandro Salvi, il difensore che ilFrosinone ha ingaggiato a parametro zero dopo essersi svincolato dal Palermo. Per quanto riguarda l'altra pedina che serve per rinforzare la rosa, l'obiettivo resta un interno di centrocampo. Al momento sembra che Jacopo Dezi abbia superato Leonardo Morosini nelle preferenze dell'allenatore dei giallazzurri Alessandro Nesta.