Leonardo Morosini potrebbe essere il primo dei rinforzi per Alessandro Nesta. Da Brescia danno la trattativa ben avviata, mentre in casa Frosinone c'è il più assoluto riserbo. Il centrocampista offensivo, che in questo girone d'andata ha collezionato quattro presenze, è da considerare una sorta di vice Rohden. A quel punto resterebbe, operazione  questa meno facile, l'acquisto di un attaccante. Certo è, che il responsabile dell'Area tecnica Ernesto Salvini ha tutte le intenzioni di chiudere con i due obiettivo primari prima dell'inizio del girone di ritorno. E cioè del 17 gennaio quando i canarini dovranno affrontare al "Benito Stirpe" il Pordenone di Attilio Tesser. Non sarà impresa facile dal momento che le punte che farebbero al caso del Frosinone non sono molte e chi ne è propietario del cartellino è fortemente intenzionato a fare cassetta.

Cinque società su Moncini
Cominciamo con Gabriele Moncini (1996) che sta diventato con il passare dei giorni il sogno di molte società. La Spal che è proprietaria del suo cartellino cerca di incassare una cifra sostanziosa e, comunque, non al di sotto dei quattro milioni da reinvestire sul mercato e potenziare l'organico a disposizione di Leonardo Semplici. Il Frosinone dovrà vedersela con Benevento, Empoli, Cittadella, dove Moncini ha avuto l'exploit, e buona ultima la Salernitana. La società del presidente Lotito ha operato, per ora, soltanto un sondaggio con il club estense. Il Frosinone avrebbe fatto un passo in avanti, inoltrando una offerta, parte in contante e parte rappresentata dalla cessione di Luca Paganini, per arrivare ad un importo che sfiorerebbe i tre milioni di euro. Somma che va oltre l'investimento che il Benevento avrebbe in animo di fare per entrare in possesso del cartellino dell'attaccante di Pistoia. Per farla breve la società del presidente Vigorito è interessata al giocatore, ma la trattativa seguita dal diesse Pasquale Foggia è lungi dall'essere in dirittura di arrivo. Si è fatto vivo in queste ultime ore anche l'Empoli, deciso a potenziare il reparto offensivo con una offerta che alcune fonti ritengono molto interessante.

Comunque il Frosinone guarda sempre con interesse anche a quello che potrebbe succedere a Lecce per quanto riguarda l'ex Andrea La Mantia, rimasto nel mirino del Benevento insieme a AlfredoDonnarumma e sul quale sisono appuntate anchele attenzioni della Salernitana. La società salentina ha valutato il suo cartellino attorno ai tre milioni di euro ed è da valutare anche il fatto che l'ex canarino ha un ingaggio di 700mila euro. Il Frosinone, comunque, si tiene stretta la promessa fatta dal suo ex calciatore: nel caso dovesse per forza scendere di categoria. In questo caso il sodalizio giallazzurro resterebbe la prima scelta. Sempre per restare in tema di attaccanti, sembra che stia per fallire il matrimonio tra Massimo Coda e il Benevento che non sarebbe intenzionata a prolungargli altri tre anni il contratto alle cifre che percepisce attualmente. Per la punta di trentadue anni si sarebbe fatta sotto il Monza. Tornado al centrocampo, se non dovesse andare in porto la trattativa per Morosini, nel mirino del club di Viale Olimpia ci sono sempre Jacopo Dezi del Parma, ma in prestito all'Empoli e Ledian Memushaj del Pescara.

Trotta richiesto dallo Spezia
Marcello Trotta, giunto al Frosinone durante il mercato di riparazione dello scorso anno, potrebbe lasciare il club per approdare a La Spezia. L'attaccante sarebbe stato richiesto proprio dal sodalizio ligure e la trattativa è in corso.
Novità importanti potrebbero esserci nei prossimi giorni. Trotta ha trovato poco spazio nel girone di andata essendo diventato, dopo il cambio di modulo, la quarta punta (prima di lui Dionisi, Ciano e Novakovich). Citro, invece, piace al Pescara.