Due gli obiettivi del Frosinone Calcio da raggiungere durante il mercato di gennaio. Ha aperto i battenti stamane presso l'Hotel Melià di Milano e si chiuderà alle ore 20 del 31. Li ha elencati Ernesto Salvini lunedì sera dagli studi di Extra Tv facendo anche un nome e tenendosene per sè altri due, precisando che, comunque, il Frosinone è alla ricerca di una punta e di un centrocampista che abbia le caratteristiche tecniche di Rodhen. Il direttore sportivo ha precisato in via preliminare che la società intende fare degli acquisti con lo scopo di migliorare, cioè «deve cercare di prendere un giocatore che sia in grado di scendere in campo allaripresa del campionato».

Due le idee che il direttore dell'area tecnica ha elencato: «La prima è Moncini, che nel Cittadella ha fatto molto bene ma che quest'anno ha trovato poco spazio nella Spal. Un dubbio: non giocando da alcuni mesi Moncini sarà in grado di essere l'attaccante capace di fare la differenza?». Silenzio assoluto, invce, sul secondo nome. Gabriele Mocini (1996), dunque, sembra già bocciato. Anche se i dubbi relativi ai tempi di impiego venissero superati, resta il fatto che l'attaccante costa quattro milioni di euro. Il discorso attaccanti interessa anche l'ex Andrea La Mantia (1991) con Salvini che ha dichiarato: «Mi ha sempre detto che, nel caso dovesse scendere di categoria, il Frosinone sarà la sua scelta».

Ora, però, si dà il caso che sull'attaccante del Lecce ci sia già il Benevento del presidente Vigorito che si sente quasi del tutto in Serie A e prenderebbe la punta anche in prospettiva futura appunto. Alla fine, quindi, sarà difficile che La Mantia possa arrivare aFrosinone. Quindi per la punta di Marino si dovrà prima verificare il caso che il Lecce decida di cederlo e, poi, di superare lo scoglio del Benevento. Alla luce di tutto ciò, la società di Viale Olimpia potrebbe spostare il suo interesse su Samuel Armenteros (1990) attaccante svedese di origine cubana, che con l'arrivo di La Mantia a Benevento non avrebbe più il minimo spazio. Per lui, ad oggi, 13 presenze e quattro gol. Passando al centrocampista, il primo nome è quello di Jacopo Dezi ( 19 92 ) di proprietà del Parma e in forza all'Empoli.

A giugno dell'anno scorso Alessandro Nesta lo chiese alla società che, però, non riuscì a soddisfare la sua richiesta. Fin qui per lui con la maglia dei toscani diciotto presenze e una rete. Restando in temadi centrocampisti, dopo il Perugia e insieme all'Ascoli, anche il Frosinone sembra essersi attivato per arrivare al capitano del Pescara Ledian Memushaj (1986).
Il giocatore albanese sarebbe in rottura con la sua società dopo i fatti di Livorno quando il giocatore non ha accettato la decisione del tecnico Zauri di lasciare in campo per essere sostituito. Il Frosinone ha cercato Memushaj sia a gennaio 2018 trovando nel Bari un pericoloso concorrente e, ancor prima, a fine dicembre 2017 con il Chievo che disturbò la trattativa.

E dai possibili acquisti passiamo alle cessioni, che dovrebbero riguardare tre degli attuali attaccanti canarini: Marcello Trotta (1992) , Nicola Citro (1989) e il più giovane Luca Matarese (1998) . I primi due interesserebbero il Pescara con preferenza per il primo che risponderebbe ai profili fatti dal presidente Sebastiani e dal tecnico Zauri, mentre il terzo ha chiesto di essere ceduto, anche in prestito, per poter giocare più di quanto sia accaduto fin qui in maglia canarina.