La partita che il Frosinone di Alessandro Nesta dovrà affrontare allo stadio "Romeo Menti" di Castellammare di Stabia domenica pomeriggio è sicuramente la più importante di quante finora affrontate. Per il Frosinone la posta in palio vale tre punti d'oro. Non soltanto perchè si tratterebbe della prima vittoria in trasferta, ma soprattutto per il fatto che spingerebbe la formazione giallazzurra su posizioni di classifica fino a qualche settimana fa impensabili. Ci spieghiamo meglio. Anche se al momento i canarini occupano l'ottavo posto con Pescara e Pisa, sono comunque a due soli punti da quella seconda piazza che a fine stagione vale la promozione diretta.

Pertanto, vincendo la prossima il Frosinone certamente migliorerebbe l'a ttuale posizione di classifica nei confronti di qualcuna delle squadre che gli sono avanti in questo momento. Anche perchè si troveranno di fronte il Pordenone e il Crotone, che attualmente hanno una classifica migliore dei canarini, mentre l'Ascoli sarà impegnato a Empoli. Per i giallazzurri si aprirebbe quindi la prospettiva di poter poi sfruttare al massimo la successiva partita interna con il Pescara per mettere a segno il tris di vittorie e piazzarsi in pianta stabile nella posizione di classifica che conta ai fini della promozione.

Ieri di nuovo in campo
Archiviata nella massima tranquillità anche la terza seduta di allenamento, che i canarini hanno svolto ieri pomeriggio sul campo della "Città dello Sport" di Ferentino. Nesta e i suoi collaboratori hanno impegnato la squadra con una serie di esercitazioni tecnico-tattiche concluse con la partitella a campo ridotto. A parte ha lavorato il solo Krajnc che, con tutta probabilità, non prenderà parte alla trasferta in Emilia. Stamane la conclusione della preparazione con la seduta di rifinitura e, quindi, nel primo pomeriggio la partenza alla volta della città ducale. Va da sé che il lavoro effettuato dalla squadra in questa prima parte della settimana è stato programmato da Nesta e dal suo staff anche tenendo nella dovuta considerazione la partita di campionato da disputare domenica allo stadio "Romeo Menti".

Quindi per la gara di Coppa Italia di domani alle ore 18, il tecnico avrà a disposizione l'intera rosa, fatta eccezione, come detto, per il difensore Krajnc. Bisognerà, però, aspettare l'elenco dei convocati per vedere se tutti i canarini prenderanno parte alla trasferta o se qualcunoresterà ad allenarsi insede in quanto iltecnico ha deciso di non schierarlo al "Tardini". Discorso inverso per chi, invece, finoraha avutopoche possibilità di vestire più volte la casacca giallazzurra. Nell'undici iniziale ci saranno sicuramente lo squalificato Paganini nonchè Szyminski che, finora, è statocostretto a saltare le due partite di Coppa Italia di inizio stagione contro la Carrarese e il Monopoli e le quattordici gare di campionato. Per il difensore polacco, che ha smaltito anche i postumi della frattura alla mandibola, l'o ccasione è buona per fare il debutto in una partita impegnativa contro una sorprendente realtà della massima serie che occupa stabilmente la parte sinistra della classifica.

Ipotesi di formazione
La possibilità che il tecnico ricorra a un ampio turn over è dettata da due motivi: il primo per presentare contro la Juve Stabia una formazione in piena salute dal punto di vista fisico e mentale; il secondo per disporre, nel prosieguo di un campionato impegnativo e pieno diinsidie comelaserieB, diunarosa molto ampia, formata da giocatori con un consistente minutaggio sulle gambe. Perciò Nesta potrebbe schierare la formazione iniziale con Iacobucci tra pali, quindi la difesa a tre con Salvi, Szyminski e Krajnc nel caso di un suo recupero. Se non dovesse essere così toccheràa uno tra Brighenti, Ariaudo o Capuano fare gli straordinari.

Paganini ed Eguelfi dovrebbero essere gli esterni di centrocampo, mentre per completare il reparto sono in pole position Gori o Haas (dipenderà da chi Nesta ha deciso di far giocare domenica), Vitale e Tribuzzi con que st'ultimo che potrebbe giocare come mezzala destra nel caso che tocchi ad Haas scendere in campo. In avanti, infine, Trotta dovrebbe fare il suo rientro in squadra dopo il problema alla schiena insieme a uno tra Citro e Matarese. Prendiamo il tutto solo come ipotesi.