Con una seduta prettamente di ordine tattico, Alessandro Nesta ha dato il via alla seconda settimana di lavoro in vista della trasferta di domenica prossima in Liguria. La stessa si è svolta sul campo della "Città dello Sport" di Ferentino nel primo pomeriggio di ieri con la squadra al completo se facciamo eccezione per Marcello Trotta, che continua nel lavoro differenziato con la speranza di riuscire a superare il problema alla schiena che lo tiene lontano dalle partite di campionato da diverse settimana. Nesta e i suoi collaboratori hanno impegnato i canarini con una serie di esercitazioni tecniche e di possessi palla conclusicon la solita partitella su campo ridotto.  E si andrà avanti di questo passo consedute che dovranno portare la squadra al massimo per affrontare il delicato e importante incontro con lo Spezia nelle migliori condizioni, sia sotto l'aspetto atletico che mentale.

I canarini sono arrivati alla terza sosta del campionato con il morale alle stelle soprattutto dopo l'esame, superato a pieni voti, contro il Chievo, battuto sul piano del gioco e, soprattutto, su quello temperamentale. Con mentalità e spirito finalmente recuperati, la trasferta da giocare allo stadio "Alberto Picco" può rappresentare per capitan Brighenti e compagni, la molla da sfruttare al massimo per conquistare la prima vittoria in trasferta che coincide, anche, con la necessità di infrangere quel tabù che finora ha resistito a favore dello Spezia che ha lasciato da imbattuta le sette gare disputate in casa. Dove, però, nel campionato in corso, la formazione di Vincenzo Italiano è andata sicuramente male con una vittoria soltanto, conquistata alla nona di campionato della Juve Stabia per 2 a 0, e con tre sconfitte con il Crotone 2 a 1 e le due consecutive con Trapani 4 a 2 e Benevento 1 a 0. Come brodino i due pareggi con Perugia 2 a 2 e Chievo 0 a 0.

Proprio questi risultati negativi di fronte al pubblico dei suoi sostenitori potrebbero innescare nei bianconeri quella voglia di rivalsa che il Frosinone dovrà annullare con una prestazione indenne da errori. Del tipo di quella fornita contro i clivensi di Michele Marcolini. Con quale formazione Nesta cercherà di fare il colpo grosso? Siamo soltanto all'inizio della settimana e i canarini avranno davanti a loro ancora cinque sedute di allenamento prima che il tecnico decida lo schieramento iniziale.
Che, comunque, non si discosterà da quello che ormai Nesta ha da tempo nella testa, salvo poia modificarlo a seconda delle necessità del momento che non possono essere messe in preventivo. L'importante, comunque, è il fatto che nel Frosinone attuale ci sono soltanto problemi di abbondanza in tutti i settori che sono sempre i benvenuti. Anche se poi costringono chi deve fare la formazione ad azzeccare quella giusta per non bruciarsi nel corso dei due tempi cambi che, nel caso della prossima gara saranno preziosi. Mettendo in preventivo che con lo Spezia sarà battaglia.