Comincia oggi una settimana molto importante per il Frosinone di Alessandro Nesta. Il campionato ha osservato il terzo turno di riposo e per i canarini c'è da riprendere il lavoro per preparare al meglio la trasferta di domenica sera in Liguria contro lo Spezia, battuto prima della sosta a Pisa con il risultato di 3 a 2. Sarà partita importante e delicata che il Frosinone vuole vincere (i tre punti sarebbero manna dalcielo ligure)e chelo Spezianon può perdere. Se i canarini hanno fatto finora ben poco lontano dal "Benito Stirpe" con le tre sconfitte che ancora bruciano, i bianconeri hanno fatto peggio al "Picco" con un solo successo e tre pareggi aggravati da tre ko. Quindi un incontro che le due squadre affronteranno con lo stesso obiettivo dei tre punti.

Al Frosinone permetteranno di entrare in nella zona play off (oggi distante un solo punto) e allo Spezia di non restare impantanata in quella play out. Come l'affronterà il Frosinone? Con la certezza di essersi lasciato alle spalle il periodo di crisi dopo aver dimostrato di aver raggiunto la condizione ottimale sia atletica che mentale. E soprattutto con tutto l'organico a disposizione del tecnico, con la sola eccezione di Trotta che, comunque, sta per superare il problema alla schiena che lo ha tenuto lontano dai terreni di gioco dalla partita di Salerno del 6 ottobre scorso.

Formazione senza problemi
Trovata la quadratura del cerchio per quanto riguarda la formazione iniziale con l'aver individuato almeno otto-nove titolari a tempo pieno, Alessandro Nesta può contare su tutto un contorno di valide alternative in grado di giocare in tutti i ruoli dello schieramento. Comunque anche contro l'undici di mister Italiano, il Frosinone dovrebbe andare in campo nella formazione che, grosso modo, il tecnico ha schierato nelle ultime positive prestazioni. Dal momento che tutti i canarini hanno avuto il tempo di smaltire ogni residuo di fatica, si può ritenere che, alla ripresa del campionato, il tecnico avrà soltanto problemi di abbondanza, comunque in porta ritroveremo Bardi, con Brighenti, Ariaudo e Capuano difensori e con Salvi e Krajnc pronti per ogni evenienza.

Sulla linea di centrocampo Paganini e uno tra Beghetto o Zampano sugli esterni, nonchè Maiello con le mezze ali Rohedene Haas. Gori e Tribuzzi alternative più che valide. In avanti, infine, la coppia formata da Ciano e Dionisi con Novakovich pronto a subentrare in caso dinecessità. In poche parole il Frosinone è fatto.