Ripresa della preparazione per i canarini di Alessandro Nesta, che si sono allenati nel tardo pomeriggio di ieri sul campo della "Città dello Sport" di Ferentino. La squadra è stata impegnata in un lavoro aerobico concluso con la partitella su campo ridotto. Differenziato per Bardi e Szyminski mentre Maiello e Dionisi si sono sottoposti alle terapie del caso. Non ha preso parte alla seduta Mirko Gori che ancora non ha smaltito i postumi dello stato febbrile accusato sabato mattina.

All'Arechi sarà bolgia infernale
Domenica pomeriggio allo stadio "Arechi", farà sicuramente caldo. La struttura di via Salvador Allende, con i suoi 31.300 posti abilitati, sarà presa d'assalto dai supporter locali, caricati a mille dalla vittoria di Livorno che ha proiettato la formazione di Ventura nelle alte sfere della classifica. Per i canarini sarà una partita molto difficile e non solo per le difficoltà di ordine ambientale. La squadra dovrà fare a meno anche di Paganini che è incappato nella squalifica per doppia ammonizione, mentre è sperabile che Nesta riesca almeno a recuperare qualcuno tra Maiello e Gori. Quest'ultimo ha dovuto saltare la gara con il Cosenza per aver accusato, come detto, un fastidioso stato febbrile.

Contrattempi e infortuni a parte, per il Frosinone, attualmente sul filo della zona playout, ci vorrà una prestazione gagliarda e, soprattutto, esente dai soliti errori determinati anche da deficit di natura temperamentale. La squadra di Nesta, finora, ha sempre subìto gol che, ovviamente, allontanano la possibile vittoria. Se rimani con la porta inviolata il successo è molto piùvicino e basta una sola rete per conquistarlo. Se, invece, la subisci, diventa più problematico fare il risultato consideri i problemi che la squadra ha palesato nella fase realizzativa.

I tecnici ragionano a modo loro quando affermano che l'importante è crearle le azioni da gol perchè prima o poi riuscirai anche a finalizzarle positivamente. Speriamo che succeda per il Frosinone proprio domenica pomeriggio di fronte aigranata chehanno lapossibilità, in caso di vittoria, di arrivare al vertice della classifica se l'Empoli dovesse essere bloccato a Pordenone. Nelle ultime due sfide diserie B, i canarini sono riusciti a lasciare indenni l'Arechi. Uno a uno grazie alla rete di Crivello e in inferiorità numerica il 17 marzo 2018, e vittoria per 3 a 1 grazie alle reti di Mazzotta, Bittante (autogol) e di Daniel Ciofani al 6'minuto di recupero dopo che Coda aveva accorciato le distanze l'anno prima.

Granata imbattuti fuori casa
La squadra di Ventura, stando almeno alle prestazioni finora offerte, se ha vinto sempre in trasferta (Cosenza, Trapani e Livorno) in casa ha battuto il Pescara 3 1, perso con il Benevento 0-2 e pareggiato col Chievo 1-1. Ha segnato, quattro dei nove gol complessivamente realizzati nelle sei gare, e incassato quattro reti su sei. Quindi qualche problema lo ha quando all'Are chi deve attaccare per vincere l'incontro. E su questi particolare Nesta e il suo staff dovranno soffermare la loro attenzione nel preparare l'incontro. Per farlo hanno tutta una settimana a disposizione.