Il campionato di Serie B è soltanto alle battute iniziali con quattro turni di gare già archiviati, ma per il Frosinone si è già arrivati a un momento di importanza estrema. La squadra canarina, reduce dal pareggio ottenuto sul campo amico contro il Venezia, e che comunque ha premiato gli ospiti ben al di là dei loro effettivi meriti, trale del primo tempo ha evidenziato in maniera chiara, si trova a dover affrontare la trasferta di Perugia con l'imperativo di tornare a casa con i punti. Quanti? Anche se la classifica chiede l'intera posta in palio, l'importante è che l'esito della gara faccia ritrovare a Paganini e compagni il morale e lo smalto migliore per cominciare a dare continuità di risultati che è l'unico modo di ritrovarsi. E i canarini dovranno farlo perchè il momento, come dicevamo all'inizio, è di quelli importanti.

Occorre, insomma, che al "Renato Curi" la squadra si ritrovi sul piano del gioco, che ha fatto registrare unainvoluzione dopole partite di Coppa Italia sicuramente positive anche se giocate contro avversari dotatidi unminore bagaglio di qualità, che i canarini posseggono. Lo ha dichiarato con parole chiare Alessio Dionisi, tecnico del Venezia, al termine della partita pareggiata, laddove ha precisato che il calo alla distanza della sua squadra c'è stato quando sono venute fuori le qualità del Frosinone. Ora sei canarini riusciranno a metterle in mostra anche al "Renato Curi", magari accompagnate da quel pizzico di fortuna che nel calcio serve e che la squadra di Nesta non ha mai avuto, la trasferta di Perugia potrebbe segnare una importante inversione di tendenza a beneficio di tutti, classifica compresa.

A Perugia ci sarà turnover?
Al "Renato Curi" Alessandro Nesta adotterà in fatto di formazione un turnover ampio oppure lo limiterà ricorrendovi, comunque, anche per quanto riguarda la partita interna con il Cosenza. Ovverossia darà più spazio inizialmente a chi ha giocato bene, e alludiamo ai vari Zampano, Gori, Vitale, Rohen, Citroe Matarese o manderà in campo, grosso modo, lo stessi undici che ha giocato contro il Venezia? È chiaro che, non conoscendo le intenzioni del tecnico, è possibile sia l'una sia l'altra ipotesi.

È' scontato che gli mancherà Federico Dionisi ma non solo per la trasferta di Perugia anche per molte altre, considerando l'infor tunio che ha accusato sul finire dell'in contro con i lagunari. Ed è un handicap da tenere presente anche perchè nontanto facilmente Novakovich si ambienterà nel calcio giocato da noi. Questo potrebbe anche comportare un ritocco dello schieramento, magari schierando Ciano come attaccante. Ma chi potrebbe sostituito nel delicato ruolo di trequartista? E soltanto una ipotesi che Nesta potrebbe minimamente tenere già in considerazione. La squadra, comunque, ha iniziato subito a prepararsi per l'im portante gara dopo poche ore la conclusione dell'incontro con il Venezia. Nella seduta di ieri il tecnico ha impegnatola squadra nelle esercitazioni tecnico-tattiche, concluse con una partita su campo ridotto. Differenziato per il difensore Szyminski. La squadra concluderà la preparazione stamane con la seduta di rifinitura.