Da ieri mattina il Frosinone si trova in Liguria, dove nel pomeriggio ha svolto la seduta di rifinitura e oggi è atteso dall'interessante e impegnativa gara del "Comunale" di Chiavari contro i padroni di casa della Virtus Entella.

Una partita sulla carta non certo agevole, anche in considerazione del fatto che l'undici di Boscaglia è comunque capolista a punteggio pieno del campionato insieme a Salernitana e Perugia e, soprattutto, nelle prime due giornate ha mostrato una difesa molto solida capace di restare imbattuta prima in casa contro il Livorno e poi addirittura nella trasferta di Cremona, ma comunque alla portata dell'undici di Alessandro Nesta.

La gara vinta prima della sosta al "Benito Stirpe" contro l'Ascoli ha, infatti, messo in mostra un complesso capace di esprimere un calcio piacevole da vedere, ma anche redditizio. Con il neo, però, di alcune pause che devono essere eliminate nel più breve tempo possibile. La speranza è che queste due settimane di lavoro, compreso le amichevoli giocate in questo lasso di tempo, siano servite all'allenatore e il suo staff per lavorare e migliorare quegli aspetti che ancora lasciano un po' a desiderare.

Come ad esempio il problema oggettivo derivante dalle palle inattive (un gol subito da sviluppi di calcio d'angolo sia nella gara di Udine contro il Pordenone che in quella casalinga con i marchigiani) o quei cali di tensione che permettono agli avversari di costruire occasioni degne di nota.

Se il Frosinone dimosterà di essere cresciuto in tutto ciò, le possibilità di espugnare il "Comunale" di Chiavari e, quindi, dare un importante seguito al successo contro l'Ascoli, aumenteranno di molto.

L'aspetto tecnico e tattico
Per questa sfida odierna, il tecnico dei canarini dovrà rinunciare agli infortunati Szyminski e Tribuzzi, oltre che allo squalificato Brighenti. Rispetto alla partita contro l'Ascoli, però, potrà contare sull'ultimo acquisto Novakovich e su Rohden che da due settimane è tornato ad allenarsi in gruppo. Il secondo, comunque, partirà soltanto dalla panchina, mentre il primo ha qualche possibilità in più rispetto al centrocampista, ma sicuramente meno di quelle dei suoi compagni di reparto Citro, Dionisi e Trotta.

Il probabile undici iniziale
Anche se Nesta, come sua abitudine, non ha in alcun modo lasciato capire quella che potrà essere la formazione anti Entella, tutto lascia pensare che rispetto all'ultima gara contro i bianconeri marchigiani le novità potrebbero essere tre: Capuano in difesa al posto di Brighenti, Haas a centrocampo con l'esclusione di Gori e Dionisi in attacco in quel di Citro.

In definitiva la formazione iniziale di questo pomeriggio a Chiavari dovrebbe vedere Bardi in porta, schierato alle spalle di una difesa a quattro composta da Salvi sulla corsia di destra, Beghetto che agirà sulla quella opposta e Ariaudo-Capuano nel ruolo di centrali del pacchetto arretrato.

A centrocampo, certi di una maglia appaiono Paganini nel ruolo di mezzala destra e Maiello di centrale. Ballottaggio per una maglia da interno di sinistra con Haas in vantaggio nei confronti di Gori. In attacco, infine, Trotta e Dionisi dovrebbero essere preferito a Citro e Novakovich, con Ciano trequartista alle spalle delle due punte