Giorno di presentazioni in casa Frosinone Calcio. Oltre a quella che ha riguardato le nuove maglie e la conferma della Banca Popolare del Frusinate nelle vesti di main sponsor (anche nella prossima stagione agonistica ormai alle porte, l'istituto di credito della nostra provincia rappresenterà il marchio più importante sui completi dei canarini, ma di questo parliamo a parte), c'èstata la "prima volta" dei tre nuovi acquisti fino ad oggi messi a segno dalla società di Viale Olimpia: Alessandro Salvi, Przemysław Szymiński e Mattia Vitale. A fare gli onori di casa, come sempre in queste occasioni, il responsabile dell'Area Tecnica e direttore sportivo, Ernesto Salvini. Quest'ultimo, tra l'altro, non si è soltanto limitato alla presentazione delle tre new entry, ma ha anche risposto ad alcune domande sul mercato, confermando quando scritto da noi già da tempo.

Tornando alla conferenza dei tre nuovi arrivati in maglia giallazzurra, importante sottolineare una sorta di "mea culpa" da parte di Salvi, che ha chiesto scusa ai nuovi tifosi per alcune sue dichiarazioni dello scorso anno. «Vorrei chiarire dice Salvi che lo scorso anno ho detto alcune cose in maniera impulsiva e che di certo non pensavo. A 29 anni giocavo la mia prima semifinale play off per andare in Serie A e quella sconfitta contro il Frosinone mi era bruciata. Anzi, mi brucia ancora. Ma il Frosinone non c'entrava nulla. Era soltanto la delusione del momento. In ogni caso colgo l'occasione per chiedere scusa ai miei nuovi tifosi e a tutti gli addetti ai lavori del club ciociaro».

Entrando più nel dettaglio di quella che potrà essere la nuova stagione del Frosinone, l'ex Cittadella non ha dubbi sul fatto che lui e i suoi compagni potranno lottare per la vittoria finale. «Per me società e squadra sono tra le prime due della serie cadetta. Chiaro poi, che nel corso di una stagione entrano in ballo tante altre componenti che potrebbero cambiare queste gerarchie. Di certo, comunque, siamo una squadra forte che, logicamente, deve crescere e migliorare sotto tutti i punti di vista. Con il mister lavoriamo per questo e sono convinto che il nostro sarà un ottimo campionato». Anche il giudizio di Mattia Vitale sul valore di questo Frosinone, non si discosta di molto da quello del compagno. «Siamo da primi tre posti. I presupposti per ottenere questo risultato ci sono tutti, anche se la Serie B ha sempre dimostrato di essere un campionato duro e difficile». Infine Szyminski. «Non sarà un torneo facile, ma nessun dubbio sul fatto che qui ho trovato una grande società e una squadra sicuramente forte».

Situazione mercato
Come accennato in precedenza, l'ultima parte della conferenza stampa ha visto protagonista, suo malgrado, il direttore sportivo Salvini, incalzato dalle domande dei giornalisti presenti sulla situazione di mercato del Frosinone. Il responsabile dell'Area Tecnica non ha fatto altro che confermare quanto abbiamo già scritto nella giornata di ieri. Vale a dire che oggi sarà il giorno del passaggio di Ciofani alla Cremonese, che Chibsah potrebbe a breve cambiare anche lui a sua volta maglia ceduto a una squadra turca (Denizlispor) e che a quel punto il Frosinone sarebbe pronto a tuffarsi sul mercato per rimpiazzare entrambi con acquisti mirati e di categoria. Il tutto entro il 10 agosto, come annunciato da tempo da Salvini.
Così come entro quella data ci sarà l'allungamento del contratto di Ciano.