Svanite sul terreno di gioco del "Mapei Stadium" di Sassuolo le ultime speranze di raggiungere l'obiettivo primario della permanenza in serie A, per Marco Baroni e la sua squadra resta quello che il presidente Maurizio Stirpe aveva posto nel caso di retrocessione. Per il Frosinone è scattato a tre giornate dal termine del campionato che, se è cominciato e proseguito nel peggiore dei modi, dovrà ora concludersi in maniera decorosa. Almeno nelle aspettative del patron del sodalizio di Viale Olimpia, che ha cercato di spronare la squadra a superare quota trenta punti in classifica, come dovere soprattutto nei confronti dei tifosi e, soprattutto, di quella parte che è stata più vicina ai calciatori nelle partite allo "Stirpe" e in trasferta.

Guai a sbagliare le prossime tre gare, soprattutto quelle in casa contro Udinese e Chievo, e comunque a non affrontarle con determinazione e impegno massimi. Saranno partite importanti perchè la squadra giallazzurra dovrà dire addio alla massima serie a testa alta. Importanti perchè tutti i protagonisti, tecnici e giocatori, saranno sotto esame. Ci sono ancora le possibilità di guadagnarsi la riconferma, ma dovranno tutti sudarsela in questi ultimi 270'. Necessari per cominciare a costruirelebasi da parte della società di un organico che sia in grado di tornare a giocare nel massimo campionato con possibilità di restarci. Per chiudere sull'argomento: guai a considerare conclusa in anticipo la stagione agonistica.
Nonostante la retrocessione, il Frosinone può ancora fare parlare di sé in termini positivi.

Ripresa la preparazione
Ieri pomeriggio,intanto, sulcampo della "Città dello Sport" di Ferentino, la squadra ha cominciato a preparare la partita di domenica con l'Udinese. Che non sarà facile dal momento che la formazione friulana dovrà guardare in avanti per cercare di conquistare punti importanti, ma soprattutto dietro dal momento che l'Empoli, impegnato a Genova con la Sampdoria, cercherà di raggiungerla, annullando gli attuali due punti di svantaggio. Marco Baroni haimpegnato tutti i canarini in esercitazioni sul possesso palla concluse con una serie di partitelle a tema. Non hanno preso parte alla ripresa, Trotta a causa di un attacco influenzale, Viviani che si è allenato a parte, Salamon e Gori che hanno effettuato le terapie del caso.
Quindi il programma di lavoro settimanale proseguirà normalmente fino alla seduta di rifinitura di sabato mattina.

Bardi si riprende la...porta
Dopo 41 gare di campionato tra serie B e A, 4 di playoff ed 1 di TimCup, Francesco Bardi sente odore di rientro in squadra per sostituire lo squalificato Sportiello. L'ultima volta che ha indossato la casacca canarinain campionato è stata nella gara del 17 aprile dell'anno scorso,inoccasione dell'incontro che il Frosinone ha vinto al "Partenio Lombardi" di Avellino con il risultato di 2 a 0. In quella partita l'estremo difensore, di nuovo in campo dopo dieci turni di assenza tra panchine e infortuni, accusò un problema alla coscia al termine del primo tempo. Dopo il riposo fu rimpiazzato da Mauro Vigorito che concluse il campionato, giocando anche le quattro gare dei play off. Per Bardi la gara con l'Udinese sarà la terza in A da canarino. La prima la giocò con il Milan nell'incontro del 1 maggio 2016 pareggiato 3 a 3, parando anche un rigore a Balotelli.