Dopo la doppia trasferta di Ferrara e Parma, il Frosinone torna tra le mura amiche del "Benito Stirpe" per l'anticipo di questa sera. Alle 20.30 si scende in campo, ospite la Fiorentina di mister Pioli. I giallazzurri cavalcano l'onda positiva agganciata contro l'Empoli e l'obiettivo è non interrompere il trend e restare a punti. I viola, dal canto loro, sono alla ricerca di quella vittoria non centrata da qualche settimana. E sebbene manchino le 3 lunghezze, quello che non manca è l'entusiasmo attorno al club, generato soprattutto dalla forte componente rosa, tra tifo, squadra al femminile e donne bellissime sugli spalti. A raccontarci il mondo gigliato Lucia Petraroli, giornalista che conduce il programma 'CasaViola' sul canale Toscana Tv, redattrice per 'Il Brivido Sportivo' e 'Fiorentinanews', collaboratrice Rai per la trasmissione 'Calcio&Mercato'. 

In che condizione fisica e psicologica arriva la Fiorentina a questa gara?
"La Fiorentina viene da tre pareggi consecutivi, tutti per un 1-1, non vince da ben quattro partite. La classifica, dopo un ottimo avvio, si è complicata a seguito della mancanza dei tre punti. La squadra di Pioli si trova all'ottavo posto, a due lunghezze dal Sassuolo sesto. L'attacco è in crisi con le difficoltà di Simeone, a secco da sette partite, quindi la Fiorentina deve tornare a vincere, a cominciare dalla trasferta di Frosinone. I tre punti potrebbero essere lo slancio giusto per la rincorsa all'Europa. Pioli non toccherà il 4-3-3, ma qualche interprete sì. Nel tridente occhio a Mirallas e Gerson, ma anche a Simeone, con l'idea di Chiesa finto centravanti ancora viva. In difesa, la terza migliore del campionato, l'esperimento Milenkovic terzino inizia a scricchiolare, ma Pioli è deciso a proseguire per questa strada. A centrocampo il recuperato Norgaard - che si era infortunato in nazionale - potrebbe liberare Veretout che tornerebbe a giocare nel ruolo di mezzala. Sarà duello tra i pali tra Lafont e l'ex Sportiello: Marco in Ciociaria ha già subito 24 gol, ma senza subirne nelle ultime due gare, mentre Lafont finora ne ha incassati 9, meglio solo Inter e Juve".

Che Frosinone si aspetta di vedere?
"Dopo un avvio non buono i ciociari sembrano aver trovato la quadra. Il buon match contro l'Empoli e i due risultati utili consecutivi con Spal e Parma, dove nei minuti finali hanno anche sfiorato la vittoria, ci dicono che il Frosinone ha rilanciato le proprie ambizioni di salvezza. I ragazzi di mister Longo venerdì sera proveranno a smuovere ulteriormente la classifica, che con cinque punti in 3 partite oggi vede i ciociari a 3 punti dal Bologna".

Secondo lei che partita sarà questo venerdì allo Stirpe?
"L'anticipo del venerdì per la dodicesima giornata di campionato sarà una partita da non sottovalutare. Si sfidano due squadre separate da 10 punti, con un divario tecnico che puo far pensare alla Fiorentina come favorita. Non bisogna sottovalutare però il Frosinone che dopo sei sconfitte consecutive viene da tre risultati utili e venderà cara la pelle per magiare punti in ottica salvezza, con un Maiello confermato a centrocampo dopo le ottime prestazioni. La squadra di Pioli ha smarrito l'appuntamento con i 3 punti da ormai 4 partite, ma la rosa e i singoli come Federico Chiesa o Pjaca, che scalpita, con velocità e tecnica, possono trovare la giocata giusta in qualsiasi momento".

Veniamo alla tifoseria viola: esiste una frangia femminile?
"La tifoseria femminile viola si è sempre contraddistinta nel numero e nella partecipazione cospicua a Firenze. Gioiello di giovane nascita pero' che vogliamo raccontare è proprio l'evoluzione del calcio femminile a Firenze, che è riuscito a conquistare uno Scudetto, due Coppe Italia e una Supercoppa. A seguito di questo grande successo è stata costituita l'Associazione Viola Club Go Women's. Sì, è proprio così, si tratta di un Viola Club dedicato esclusivamente alla squadra femminile, alla Fiorentina Women's, una novità assoluta nel panorama del calcio femminile italiano e non solo, forse anche nell'ambito di altri paesi calcisticamente evoluti in rosa".

Quali sono le bellezze viola che è possibile incontrare al seguito dell'undici fiorentino?
"Chi si nasconde dietro ai risultati ottenuti dai giocatori della Fiorentina sono indubbiamente le così chiamate 'wags' dei calciatori gigliati. Chi si guadagna un posto tra le migliori è sicuramente la giovane e bella Giulia Coppini, fidanzata del Cholito Simeone, fresca di esperienza in Rai nella nota trasmissione televisiva Quelli che il Calcio. Giulia però, nell'epoca dei social, si è dovuta scontrare con il momento no del suo Giovanni. Una foto pubblicata su Instagram in occasione di Halloween è diventata un'arma a doppio taglio con un tifoso che ha approfittato per lasciare un commento sulle prestazioni dell'attaccante della Fiorentina. La replica di Lady Simeone non si è fatta attendere, prendendo immediatamente le difese del suo compagno. Ma non solo, tra i "segreti" del momento d'oro di capitano Pezzalla c'è la bella fidanzata Agus Bascerano, modella argentina, una storia d'amore, la loro, che dura da oltre 5 anni. Da segnalare anche l'affascinante compagna del portiere Bartolomiej Dragowski, Agnieszka Abram, che ha seguito l'ex estremo difensore del Jagiellonia nell'avventura in Italia nonchè Caterina Ciabatti fidanzata inseparabile "acqua e sapone" di Federico Chiesa, studentessa in Ingegneria".

Sono tanti i vip e i personaggi famosi che tifano la Fiorentina?
"Si, sono diversi e tanti i vip che dal cuore viola. Potremmo citare: Carlo Conti, Leonardo Pieraccioni, Paolo Vallesi, Marco Masini, Fiona May. Uno su tutti, però, a fine match ci allieta con le note e le parole della sua memorabile canzone scritta nel 1980. Pupo, con "Firenze Santa Maria Novella", scelta dalla società viola come colonna sonora che accompagna i successi della Fiorentina".