Per i canarini è stato un mercoledì di lavoro molto intenso. Al mattino e nel pomeriggio. D'altra parte l'impegno di domenica prossima, all'ora di pranzo, è di quelli che bisognerà affrontare nelle condizioni atletiche migliori, considerando l'importanza della posta in palio. Se il Frosinone vorrà restare attaccata al carro degli avversari che dovranno lottare per restare nella massima serie, dovrà darsi una mossa per interrompere la serie di sconfitte e conquistare la prima vittoria di campionato. Di sicuro le permetterebbe di tenere a distanza il fanalino di coda Chievo e di avvicinarsi ai cinque punti de gli avversari di turno.

Tornando alla doppia seduta di ieri, Moreno Longo ha impegnato la squadra con una lunga serie di possessi palla e con partitelle a tema sia al mattino che nel pomeriggio. Vi hanno preso parte tutti i canarini ad eccezione di Perica, che ha continuato a svolgere lavoro differenziato. Si è allenato anche Andrea Pinamonti rientrato dall'Under 20. L'attaccante ha giocato l'intero secondo tempo della partita persa contro il Portogallo con il risultato di due a uno. In albergo sono rimasti gli altri due nazionali Hallfredsson e Krajnc con quest'ultimo che ha avuto un altro giorno di riposo dopo il colpo ricevuto alla testa. Per oggi è, invece, atteso Campbello che ha giocato e perso la partita con la Colombia, di martedì sera.
I canarini torneranno ad allenarsi oggi, domani e sabato con la seduta di rifinitura che potrebbe anche essere svolta a Ferentino dove la squadra continuerà il ritiro presso l'Hotel Fontana Olente fino a domenica mattina.

Ipotesi di formazione
Più passano i giorni e più si avvicina per Longo il momento delle scelte. Per ora, comunque, il tecnico è più impegnato nel valutare come i singoli rispondono alle fatiche degli allenamenti e, quindi, a verificare le condizioni di tutti i canarini che ha a disposizione. Che sono ovviamente in continua crescita e sempre più vicina a quella ottimale. Anche dal punto di vista psicologico, Daniel Ciofani e compagni sono protesi più a vincere il primo incontro di campionato che a pensare a quelli persi, alcuni anche in male modo.
Per la formazione, comunque, alcuni punti fermi dovrebbero esserci nella mente del tecnico. Riguardano il portiere e due ruoli della difesa anche se, poi, Longo potrebbe confermare Goldaniga, Ariaudo e Brighenti, cioè l'intera linea a tre schierata nell'amichevole con la Viterbese. A centrocampo, Zampano e Molinaro sugli esterni e Chibsah come uno dei mediani sembrano sicuri di una maglia, mentre la quarta ha diversi pretendenti. E ci riferiamo a Crisetig, Hallfredsson, Gori e Cassata.

Per quanto riguarda l'attacco, Daniel Ciofani sarà la punta di diamante e dietro di lui dovrebbero operare a destra Ciano e a sinistra Campbell. Per quanto riguarda l'attaccante costaricano bisognerà valutare in che condizioni si presenterà nel ritiro del "Mancini Park Hotel". Il costaricano è atteso per oggi e potrebbe anche prendere parte alla seduta di allenamento se dovesse arrivare in tempo. Comunque lo stesso Cassata è pronto per sostituirlo in situazione di necessità, con l'avanzamento di Ciano.
A questo punto Moreno Longo ha ancora alcuni giorni per scegliere le soluzioni migliori e per mandare in campo la formazione migliore.