Una Juventus poco brillante riesce alla fine ad avere la meglio di un coriaceo Frosinone in uno 'Stirpe' sold out. I leoni ciociari reggono per 80' con commovente determinazione, tirando fuori quello che il loro pubblico gli aveva chiesto: grinta, carattere e attributi. Nella sfida tra 'Davide' e 'Golia', il secondo si impone per 0-2, un verdetto che punisce troppo aspramente i locali.

L'avvio di gara
Grande primo tempo dei padroni di casa che reggono il confronto con la blasonatissima avversaria. Se la Juventus risulta certamente manovriera, il Frosinone dimostra di aver ritrovato il carattere di un tempo e non solo cura in maniera particolare la fase difensiva, raddoppiando e triplicando la marcatura su Ronaldo, ma cerca anche di impostare e farsi vedere davanti. Nel duello tra il fenomeno e Sportiello, la matematica da ragione all'estremo difensore locale. A 5' dall'avvio Hallfredsson crossa per Perica ma ci arriva Chiellini, i bianconeri ripartono in contropiede. Due minuti dopo Cr7 si fa vedere davanti alla porta e in diagonale colpisce la sfera, Sportiello tocca ma sulla linea è Goldaniga a salvare. Maiello prova la botta dalla distanza, completamente fuori misura. Replica Alex Sandro con una conclusione da fuori, alta. Al 13' Pjanic serve Ronaldo che prova a girarsi col sinistro, tutto facile per Sportiello. E' ancora il portoghese, al 20', a mettere paura ai giallazzurri: stop di sinistro, tiro di destro, salva il portierone di casa. Pjanic scodella in mezzo una punizione insidiosa, Rugani prova la conclusione di rovesciata ma la sfera termina alta sulla traversa. La prima frazione di gioco finisce sullo 0-0, punteggio giusto per tutto quello che si è visto in campo.

La ripresa
Con l'inizio del secondo tempo ci prova subito Bentancur, sfera che si perde sul fondo. Al 13' arriva la sponda di Bernardeschi per Ronaldo, il campione sbaglia a pochi metri dallo specchio la conclusione. La porta ciociara deve sembrare stregata a Cr7 che in un'azione rocambolesca, davanti allo specchio, prova il tacco, Sportiello è provvidenziale anche da terra. Cuadrado non ha maggior fortuna dell'attaccante e non sfrutta a dovere il traversone del neo entrato Bernardeschi. I ciociari erigono un muro coriaceo e gli uomini di Allegri non riescono a sfondarlo. La Juve continua a cercare il gol per sbloccare una partita che per loro si è fatta complicata, a meno di un quarto d'ora dalla fine Alex Sandro scarica di poco al lato. Dopo averci tanto provato, Ronaldo sigla il vantaggio al 35' recuperando un pallone vagante e poi infilando col sinistro al volo Sportiello. La 'vecchia signora' blinda il risultato con lo 0-2 ad opera di Bernardeschi, servito da Pjanic dopo un rinvio sbagliato dei canarini.

Tabellino

Frosinone – Juventus 0-2

Frosinone (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Zampano, Chibsah, Maiello (3' st Cristetig), Hallfredsson (39' st Cassata), Molinaro; Campbell (26' st Ciano), Perica. A disposizione: Bardi, Ghiglione, Ciofani, Soddimo, Ariaudo, Brighenti, Cassata, Krajnc, Beghetto, Pinamonti. All.: Longo

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado (24' st Cancelo), Chiellini, Rugani, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Bentancour (11' st Bernardeschi); Dybala; Mandzukic (40' st Matuidi), Ronaldo. A disposizione: Pinsoglio, Perin, Benatia, Kean, Bonucci. All.: Allegri

Arbitro: Giacomelli di Trieste (assistenti Mondini di Treviso e Santoro di Catania)

Marcatori: 35' st Ronaldo (J), 49' st Bernardeschi (J)

Ammoniti: Bentancur (J), Perica (F), Molinaro (F), Sportiello (F)

Note: spettatori 16310. Angoli: 3-5. Recupero 0' pt, 5' st