Aspettando le prodezze e i gol per la salvezza, Joel Campbell si sta rivelando un vero e proprio fenomeno social. L'attaccante del Costarica, approdato quest'anno al Frosinone, è attivissimo sui vari canali con numeri da autentica star. I "mi piace" su Facebook sono 1.477.586, mentre sono 1.463.793 i fans che seguono la sua pagina. Su twitter sono invece 793.000 i follower. Tredicimila e quattrocento i seguaci su instagram in neanche un mese. L'iscrizione al social network fotografico, infatti, risale soltanto al 28 agosto con tanto di lettera di presentazione puntualmente postata.

Campbell conosce benissimo l'importanza dei social e sa come utilizzarli. Uno strumento diretto, senza filtri, con il quale arrivare subito agli appassionati. Ai tifosi e ai tantissimi costaricani dei quali è un vero e proprio idolo. Con i social Joel trasmette le proprie sensazioni ed emozioni. Racconta momenti della propria vita professionale e privata. Emblematico il tweet del 1 settembre quando ha postato una foto della caviglia con tanto di tutore e ha aggiunto una didascalia che non ha lascia spazio all'interpretazione: «Non so come la gente possa pensare che ci si può inventare un infortunio. Con queste cose non si scherza. Speriamo che nessuno debba passare qualcosa del genere».

Per uno sportivo dunque stare sui social vuol dire veicolare i propri valori. Quello che si è in campo e fuori. Ecco perché, durante la stagione o nel pieno delle vacanze, l'atleta non deve mai dimenticare quel che è agli occhi dei fans. «Bisogna sempre esser fedeli all'immagine che i tifosi hanno di te. L'errore più grande è tradire la sua community, creando un'immagine artefatta e non veritiera di se stesso», ha spiegato in un'intervista su sky.sport.it Ferdinando Marino, social media manager di Kapusons che si occupa della comunicazione digital di Francesco Totti ed Ivan Zaytsev.

Le pagine e profili di Campbell sono molto curati e aggiornati. Foto e video ovviamente non mancano. Il giocatore centroamericano ama raccontare i momenti della sua vita professionale e privata. In primo piano c'è spesso la sua famiglia con la figlioletta immortalata mentre corre in bici, gioca mascherata da fatina o improvvisa balletti. Nei giorni scorsi ad esempio ha visitato anche Roma e le sue bellezze. Un tour puntualmente documentato con foto e video.
L'attaccante, ex Arsenal e punto di forza della sua nazionale, usa i social anche per esprimere pensieri più profondi come l'ultimo tweet con il quale ha ricordato l'anniversario dell'indipendenza del Costarica. Anche la fede trova spazio nei suoi post. Come pure l'amicizia. Un sentimento al quale evidentemente crede molto. La dimostrazione il giorno dell'esordio in giallazzurro contro il Bologna quando ha twittato: «Felice del debutto. Punto importante e per continuare a lavorare. Quanto è bello vederti mio fratello @pipogonzalez88». Il riferimento era a Giancarlo Gonzalez Castro, difensore del Bologna e suo compagno in nazionale.

Non solo social
Inoltre Campbell ha un sito internet (sports.bycampbell.com) d'informazione sportiva. Un vero giornale online nel quale vengono pubblicate notizie, video e foto sullo sport costaricano. Il calcio è ovviamente in primo piano. Poi c'è una sezione dedicata alla nazionale. Un'altra pagina è riservata ai calciatori costaricani che militano all'estero. Spazio inoltre alle altre discipline.