ermo al palo per infortunio Emil Hallfredsson, buone speranze ci sono per Edoardo Goldaniga che, nella seduta di ieri mattina, è tornato a lavorare in gruppo e, quindi, potrebbe essere convocato per la gara di domani sera contro la Lazio. Decisiva per lui sarà la seduta di rifinitura di stamane che riveste particolare importanza soprattutto per Moreno Longo, chiamato, insieme al suo staff, a valutare la condizioni dei singoli canarini prima di decidere lo schieramento iniziale da opporre al biancocelesti di Simone Inzaghi.
Il tecnico dei canarini ha un ventaglio di soluzioni tali da rendere molto "difficile" l'individuazione della formazione che il tecnico schiererà al fischio di inizio dell'arbitro Giampaolo Calvarese. L'unica certezza dovrebbe riguardare la conferma in blocco dei tre difensori che hanno disputato la gara di Torino contro il Bologna. Da evidenziare il fatto che, nella seduta di ieri, Daniel Ciofani ha cominciato ad allenarsi in gruppo con tutte le cautele del caso

In cerca del vice Hallfreddson
Con la premessa che gli esterni Zampano a destra e Molinaro a sinistra dovrebbero essere ai rispettivi posti, il problema delle scelte dovrebbero riguardare i ruoli centrali. Aggiungendo anche che, comunque, la maglia di interno destro dovrebbe indossarla ancora Chibsah. resta da trovare gli altri due titolari tra Maiello, Crisetig, Soddimo e il giovane Cassata, che sta accelerando i tempi per raggiungere la condizione migliore. L'unico che potrebbe coprire i due ruoli della mediana è Maiello che ha giocato a Bergamo come centrale e contro il Bologna come interno sinistro.

Campbell chiede una maglia
L'attaccante ex Arsenal scalpita per scendere in campo. All'Olimpico ci sarà per dare una mano ai suoi compagni ma bisognerà vedere se Moreno Longo lo includerà nello schieramento iniziale o lo manderà in panchina per gettarlo nella mischia al momento più opportuno. Comunque il Frosinone potrebbe iniziare con Perica e Ciano per concludere la gara con Campbell e Pinamonti che, come Cassata, non ha nelle gambe i novanta e passa minuti di gioco. Comunque per Moreno Longo non sarà una vigilia "normale" dovendo decidere per l'Olimpico l'undici migliore.

Doppia convocazione
Andrea Pinamonti e Francesco Cassata sono stati convocati rispettivamente da Paolo Nicolato e da Luigi Di Biagio nella Under 20 e nella Under 21.
L'attaccante fa parte dei 22 azzurrini che dovranno partecipare al torneo "8 Nazioni". Nella partita dell'esordio, la giovane formazione di mister Nicolato dovrà vedersela con la Polonia il 6 settembre prossimo allo stadio "Miejski" di Lodz. I convocati si ritroveranno nella serata di domenica a Novara dove è stato fissato il raduno. Ovviamente Pinamonti dovrebbe aggregarsi ai compagni nella mattinata di lunedì, poco prima della partenza per la Polonia.
Il centrocampista, invece, fa parte dei 28 azzurrini della Under 21 che Di Biagio ha convocato per le due amichevoli in calendario con la Slovacchia e con la l'Albania rispettivamente giovedì 6 settembre alla "Mol Arena" di Dunaiska Streda e l'11 settembre alla "Sardegna Arena" di Cagliari. Il raduno è stato fissato entro le ore 12 di lunedì 3 settembre al "Mancini Park Hotel" di Roma.

In tremila all'Olimpico
Saranno circa tremila i tifosi giallazzurri che seguiranno la squadra nella difficile e importante gara di domani sera. Nella serata di ieri stava per essere raggiunta la quota di 2.500 adesioni e i supporter del Leone hanno tempo fino alle ore 10 odierne per acquistare il tagliando del settore ospiti dello stadio Olimpico. Come abbiamo avuto modo di dire nei giorni scorsi, i ragazzi della Curva Nord hanno dato appuntamento a tutti alle ore 16,30 a Piazzale Europa dove, appunto, è stato fissato il concentramento. Di qui partirà la carovana formata soprattutto da autobus, organizzati, da alcuni club, auto private e da furgoni nove posti che raggiungeranno l'Olimpico dopo un percorso deciso dalla Questura di Roma.
È morto Mario Facco, tecnico
dei canarini nel 1982/1983
Il mondo del calcio è in lutto per la morte di Mario Facco che , nella sua carriera di allenatore, ha guidato anche il Frosinone. Il mister prese le redini della guida tecnica della formazione canarina all'inizio della stagione 1982, concludendola al quinto posto del campionato di serie C2. Di quella squadra facevano parte tra gli altri, Eugenio Atzori, Marco Cari, GiulianoFarinelli, Claudio Gorghetto, Raniero Pellegrini e Roberto Sesena. Tutti ne hanno apprezzato le doti di persona schietta prima che di tecnico preparato. E' morto all'età di 72 anni quando, dopo la duplice e onorata carriera di giocatore e di allenatore (ha indossato la maglia della Lazio di Maestrelli scudettata nel ‘74) è stato un opinionista di spicco del calcio nazionale.