Il posticipo di Bergamo ha chiuso la prima giornata con l'Atalanta che si è sbarazzata del Frosinone grazie ad un secondo tempo super. Un turno inaugurale spalmato in tre giorni e aperto dagli anticipi Chievo Verona-Juventus e Lazio-Napoli.
Rinviate per la tragedia di Genova Milan-Genoa e Sampdoria-Fiorentina.
Le conferme
Juventus, Napolie Romaripartono da dove avevano finito. Ovvero la vittoria. I bianconeri sbancano il "Bentegodi" nel recupero grazie a Bernardeschi. L'attesissimo Cristiano Ronaldo ha un buon impatto pur non segnando. Il Napoli invece espugna l'Olimpico contro una Lazio incompiuta. Positivo il ritorno di Carlo Ancelotti agevolato dal lavoro di Sarri.
Una prodezza di Dzeko regala il colpaccio alla Roma a Torino. Conferme anche dalla stessa Atalanta.

Le sorprese
Il Sassuolo è la grande rivelazione della prima giornata. Gli emiliani superano l'Inter al termine di una gara giocata con intelligenza e intensità. L'Empoli l'altra grande rivelazione della prima giornata. Al ritorno in serie A i toscani superano il Cagliari, giocando un ottimo calcio. Aurelio Andreazzoli continua sulla falsariga della scorsa stagione. Gioco spumeggiante, grande coraggio, giovani importanti come Krunic e Zajc e un Caputo bomber anche in serie A. Una sorpresa anchela Spal che conquista i primi tre punti nel derby di Bologna. La formazione di Semplici mostra già un assetto competitivo. Il gol di Kurtic è una perla.Tra le sorprese pure l'Udinese soprattutto per come si era messa la sfida. Sotto di 2 reti a Parma i bianconeri pareggiano e sfiorano il successo. Per il giovane tecnico spagnolo Julio Velázquez un punto di buon auspicio.

Le delusioni
Il grande flop è l'Inter battuto a Reggio Emilia senza attenuanti. Male il Cagliari dal quale ci si aspettava di più contro l'Empoli. Stesso discorso per il Bologna che partiva in casa contro una Spal sulla carta alla portata. Mezza delusione pure dal Parma che in vantaggio 2-0 ha rischiato la sconfitta.